DEFINITIVI

Elezioni Comunali 2024, i risultati in provincia di Firenze: tutti i nomi dei nuovi sindaci

Tutti i risultati in provincia di Firenze, maggioranza di vittorie del centrosinistra. Alcuni ballottaggi e una situazione da definire

Elezioni Comunali 2024, i risultati in provincia di Firenze: tutti i nomi dei nuovi sindaci
Pubblicato:

Nelle giornate di sabato 8 e domenica 9 giugno 2024 si è votato per le Amministrative. Le votazioni hanno coinvolto anche la Toscana, dove si è andati al voto in ben 183 comuni divisi fra tutte le province. Nella città metropolitana di Firenze sono 35 i Comuni nei quali si è votato il nuovo sindaco.

Andiamo a vedere com'è andato nello specifico lo spoglio di ieri lunedì 10 giugno 2024 e tutti i risultati della provincia di Firenze: ecco i nomi dei nuovi sindaci in attesa di ballottaggi e di situazioni particolari da risolvere.

Bagno a Ripoli

Il nuovo sindaco di Bagno a Ripoli è Francesco Pignotti, sostenuto dal centrosinistra con il PD, che ha ottenuto il 54,31% delle preferenze. Una vittoria al primo turno per confermare un altro mandato di centrosinistra dopo l'ultima coalizione - anch'essa con il PD - del primo cittadino uscente Francesco Casini.

Barberino di Mugello

A Barberino di Mugello sarà Sara Di Maio la nuova sindaca. Sostenuta dal centrosinistra con il PD, Di Maio ha ottenuto il 46,65% dei voti. Al 32,70% la lista "Ora!" di Paola Nardi, al 20,66% il centrodestra con Silvia Castellani. Sinistra confermata ma divario accorciato di molto con le altre forze politiche.

Barberino Tavarnelle

Vittoria netta per il centrosinistra a Barberino Tavarnelle, con la lista di David Baroncelli a conquistare il 78,84% delle preferenze. Ferma al 21,26% la lista "Pro Barberino Tavarnelle" di Fabrizio Marilli.

Borgo San Lorenzo

Situazione molto particolare invece a Borgo San Lorenzo dove si andrà al ballottaggio con davanti a tutti il Movimento 5 Stelle. Un risultato in controtendenza rispetto al nazionale merito di Leonardo Romagnoli e la sua squadra, che ha ottenuto il 40,63% delle preferenze, mentre la candidata del centro sinistra Cristina Becchi si è fermata al 38,77%. Ago della bilancia del secondo turno, sarà il terzo incomodo Fulvia Penni appoggiata del centrodestra che ha ottenuto il 20,60% delle preferenze.

Calenzano

Si andrà al secondo turno anche a Calenzano. Il candidato di sinistra e già sindaco Giuseppe Carovani ha ottenuto il 41,40%, segue la candidata democratica (PD) Maria Arena con il 33,93%. Centrodestra con Daniele Baratti fermo al 21,88%.

Capraia e Limite

Il nuovo sindaco di Capraia e Limite sarà Alessandro Giunti che ha vinto al primo turno con il 55,76% delle preferenze per la sua lista civica "Capraia e Limite nel futuro". Al 24,34% la lista "Viviamo" di Guicciardo del Rosso, 19,90% per Emanuel Di Mauro del centrodestra.

Castelfiorentino

A Castelfiorentino a trionfare è Francesca Giannì - candidata di centrosinistra sostenuta anche dal PD - eletta sindaca con il 61,53% dei voti. Al 24,44% il centrodestra di Giglioli Susi, sostenuta da FDI e Lega.

Cerreto Guidi

Simona Rossetti è la nuova sindaca di Cerreto Guidi. La candidata della coalizione di centrosinistra - PD e Italia Viva - ha ottenuto il 59,93% delle preferenze. Dietro si piazza il centrodestra con Simone Barontini al 24,06%. Sfiora il 10% il Partito Comunista con Susanna Rovai.

Certaldo

A Certaldo il nuovo sindaco è Giovanni Campatelli della coalizione di centrosinistra - PD e AVS - con il 51,20%. Seguono le liste civiche di Pardo Cellini al 29,72% e il centrodestra di Lucia Masini con il 19,08%.

Dicomano

Massimiliano Amato sarà il nuovo sindaco di Dicomano grazie al 53,92% ottenuto con la sua lista "Centrosinistra uniti per Dicomano". Seguono Laura Barlotti con la lista "Dicomano che verrà" al 30, 58% e Saverio Zeni del centrodestra con il 15,50%.

Empoli

A Empoli sarà ballottaggio. Il candidato del centrosinistra Alessio Mantellassi ha sfiorato la vittoria al primo turno, fermandosi poco sotto il 50% - 49,57% - che gli sarebbe servito per evitare il secondo confronto con Leonardo Masi, sostenuto anche dal Movimento 5 Stelle, comunque distante avendo raggiunto il 19,27%.

Fiesole

Vittoria al primo turno invece per Cristina Scaletti a Fiesole. La nuova sindaca con la sua lista "Immagina Fiesole" ha ottenuto il 59,81% delle preferenze mettendosi alle spalle Renzo Luchi della lista "Cittadini per Fiesole" - 23,04% - e Edoardo Canino del centrodestra con 17,16%.

Figline e Incisa Valdarno

Si andrà al secondo turno anche a Figline e Incisa Valdarno dove il testa a testa è fra Valerio Pianigiani (45,93%) - centrosinistra con PD, AVS e M5S - e Silvio Pittori (30,34%), centrodestra. Ha ottenuto il 15,13% delle preferenze Enrico Buoncompagni, con due liste civiche a sostegno.

 Firenzuola

Vittoria al fotofinish per Giampaolo Buti a Firenzuola. Il nuovo sindaco ha infatti festeggiato con il 50, 74% delle preferenze, sopravanzando di un soffio Giordano Filippo Allkurti (49,26%). Entrambi erano sostenuti da liste civiche.

Fucecchio

Emma Donini è la nuova sindaca di Fucecchio. Con il 55,95% la candidata del centrosinistra - PD, Italia Viva, AVS, Azione - ha superato la coalizione di centrodestra di Vittorio Picchianti - FdI, Lega, FI - ferma al 40,84%.

Gambassi Terme

A Gambassi Terme il nuovo sindaco è Sergio Marzocchi della lista "Civica Gambassi Terme", il quale ha ottenuto il 52,12%. Dietro Samanta Setteducati di "Viviamo Gambassi Terme" che rimane al 47,88%.

Greve in Chianti

Paolo Sottani con la sua lista "Greve Casa Comune" - PD, AVS -  è il nuovo sindaco di Greve in Chianti con il 57,21% delle preferenze. Più staccata la lista "Greve Immagina" di Filippo Pierini (21,35%) e la coalizione di centrodestra di Roberto Abate (14,62%).

Lastra a Signa

A Lastra a Signa è Emanuele Caporaso il nuovo sindaco. Sostenuto dalla coalizione di centrosinistra - PD, Azione - ha ottenuto il 55,02% delle preferenze. Al 31,56% la coalizione di centrodestra a sostegno di Paolo Giovannini.

Londa

A Londa il sindaco sarà ancora Tommaso Cuoretti già eletto nel 2019 e sostenuto dalla lista civica "Insieme per Londa" che è riuscito a toccare ben il 71,48% delle preferenze. Battuto Niccolò Palanti, sostenuto dalla lista "Londa del Futuro Democratici in Movimento", lasciato al 28,52%.

Montaione

Trionfo schiacciante a Montaione per Paolo Pomponi e la sua lista "Vivere Montaione" che ha toccato addirittura l'80% dei voti. Lontanissime le inseguitrici Damiana Bettini - lista "Montaione Sì" - e Vanessa Conti - coalizione con Forza Italia - ferme rispettivamente al 16,15% e al 3,76%.

Montelupo Fiorentino

A Montelupo Fiorentino il nuovo sindaco è Simone Londi sostenuto dalla lista civica - PD - che porta il suo nome con un netto 64,21%. Dietro Federico Pavese, sostenuto dalla coalizione di centrodestra, con il 22,33%, e la lista "Montelupo è partecipazione" di Francesco Polverini con il 13,46%.

Montespertoli

Risolto tutto al primo turno anche a Montespertoli dove a festeggiare è Alessio Mugnaini - lista con PD - che ha ottenuto il 62,73% dei voti. L'avversaria Luciana Morelli della lista "Montespertoli di tutti" guadagna il 37,27% delle preferenze.

Palazzuolo sul Senio

A Palazzuolo sul Senio è stato eletto sindaco Marco Bottino, sostenuto da Pd e Italia Viva con la lista "Per Palazzuolo", il quale ha raggiunto il 58,12% di preferenze. Battuta la lista di centrodestra "Palazzolo Rinasce" di Paola Calvani ferma al 41,88%.

Pelago

Nicola Povoleri - sostenuto da PD, Italia Viva, AVS, Azione - è il nuovo sindaco di Pelago con il 57,63% delle preferenze. Segue il centrodestra di Laura Manfulli - FdI, Lega e Forza Italia - con il 25,77% e la lista "Alternativa Comune" - con M5S -  di Francesco Maione al 16,60%.

Pontassieve

A Pontassieve a trionfare è Carlo Boni con il 67,33% delle preferenze. Il candidato del centrosinistra, sostenuto anche dal PD, ha sopravanzato Cecilia Cappelletti del centrodestra, ferma al 22,99%, e Simone Gori, sostenuto anche dal M5S, fermo al 9,62%.

Rufina

Daniele Venturi è il nuovo sindaco di Rufina, la sua lista "Rufina che verrà" ha ottenuto il 52,21% delle preferenze. Dietro di lui Vito Maida del centrosinistra col 36,44% - sostenuto da PD, Psi, Italia Viva, Azione - e Chiara Mazzei del centrodestra con l'11,35% dei voti.

San Casciano in Val di Pesa

Netta vittoria di Roberto Ciappi a San Casciano in Val di Pesa. La sua coalizione - PD, Italia Viva - ha ottenuto il 71,91% dei voti, tenendo ad ampia distanza la coalizione di destra di Benedetta Venezia (19,95%) e Jadi Marinai all'8,14% con Sinistra progetto comune.

San Godenzo

Vittoria altrettanto netta quella di Emauele Piani a San Godendo che ha conquistato il 71,25% delle preferenze con la sua lista "Progetto San Godendo. Più grandi insieme". Ha ottenuto il 28,75% Laura Collacchioni con la lista "Centrosinistra San Godenzo. Insieme si può".

Scandicci

A Scandicci sarà Claudia Sereni la nuova sindaca, a capo della coalizione di centrosinistra. Sereni ha ottenuto il 55,81% dei voti. Nettamente indietro Giovanni Bellosi, che a capo della coalizione civica anche con Italia Viva si prende il 21.02% dei voti. Terzo il centrodestra di Claudio Gemelli, fermo a circa il 20%.

Scarperia San Piero

Nuova conferma anche a Scarperia San Piero dove Federico Ignesti sarà sindaco per il terzo mandato consecutivo. Anche il candidato del centrosinistra tocca ben il 71,48%, seguito dal centrodestra con Emanuele Camilletti (15,01%) e dalla coalizione di sinistra con il Movimento 5 Stelle di Laura Fratini al 13,51%, due seggi.

Signa

Caso particolare a Signa dove le elezioni sono state sospese dopo una notte tesa con anche una contestazione negli uffici del Comune. Polemiche sulla validità di alcuni voti e un testa a testa finale che hanno fatto decidere per il riconteggio delle sezioni 8 e 10. Dopo che anche il secondo scrutinio è stato oggetto di discussioni, i due seggi sono ancora da riconteggiare con la supervisione della Corte d'Appello. Al momento sarebbe in testa il sindaco uscente Giampiero Fossi (PD) col 49,5% rispetto al 40,11 di Monia Catalano del centrodestra.

Vaglia

A Vaglia è Silvia Catani la nuova sindaca con il 48,08% dei voti con la sua lista "Con Silvia per Vaglia". Seguono Riccardo Impallomeni con la lista "Vaglia Bene Comune" al 34,40% e il centrodestra con Claudia Dominici al 17,51%.

Vicchio

È Andrea Tagliaferri a spuntarla come nuovo sindaco di Vicchio nel testa a testa con Filippo Carlà Campa. Per il primo - sostenuto anche da PD e M5S - il 51,56% dei voti per il secondo - sostenuto dalla lista "Vicchio vive" - il 48,44%.

Vinci

A Vinci è netta vittoria per Daniele Vanni del PD con il 67,78% che stacca la coalizione di centrodestra di Alessandro Scipioni (23,59%) e Giuseppe Pandolfi con "Insieme per Vinci" fermo all'8,63%.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali