MAXI DEBITO

"Colleziona" 175 multe in 10 anni senza mai pagarle: confiscato Suv ad un 60enne di Firenze

L'uomo è stato beccato dalla Polizia alla guida dell'auto già pignorata. Per lui è scattata un'ulteriore multa

"Colleziona" 175 multe in 10 anni senza mai pagarle: confiscato Suv ad un 60enne di Firenze
Pubblicato:

In oltre 10 anni alla guida avrebbe "collezionato" 175 multe, tutte non pagate. Per questo motivo, un uomo di 60 anni avrebbe accumulato un debito con il Comune di Firenze di quasi 30mila euro, al quale aggiungere le somme previste per il mancato pagamento e tutti gli oneri delle varie ordinanze di ingiunzione. Il risultato? La Polizia Municipale gli ha confiscato il Suv in suo possesso.

Beccato alla guida dell'auto pignorata

Dal divieto di sosta in ztl o in area pedonale al transito nelle corsie preferenziali, dall’eccesso di velocità alla sosta sul marciapiede o sugli incroci. Il 60enne fiorentino non si era praticamente mai curato di pagare alcuna sanzione recapitatagli. Negli anni infatti risultavano soltanto alcuni pagamenti parziali per poche decine di euro e via via che le auto in possesso dell’uomo cambiavano il debito cresceva all'aumentare delle infrazioni non pagate.

Fino a che il processo di riscossione ha fatto tutto l'iter previsto e, al termine di tutti i tentativi di incassare il dovuto, lo scorso novembre l'Ufficio Tributi ha pignorato l'auto mediante iscrizione del provvedimento sul certificato di proprietà del veicolo dopo averlo notificato, senza nessun riscontro, al diretto interessato.

Due giorni fa poi una pattuglia del Reparto di Rifredi ha fermato per un controllo un’auto in viale Redi e dalle verifiche sulle varie banche dati è emerso il provvedimento di pignoramento. Il conducente è stato quindi invitato con l'auto negli uffici del Reparto: qui gli è stata contestata la sanzione per aver circolato con veicolo sottoposto a confisca (1.984 euro). L’auto, un suv ibrido di ultima generazione del valore di oltre 50.000 euro, è stata portata alla depositeria a dell'Amministrazione comunale.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali