LA QUESTIONE IN CAMPO

Stadio, Toccafondi (IV) chiede chiarezza sui costi del Franchi

Stadio, Toccafondi (IV) chiede chiarezza sui costi del Franchi
Politica Firenze, 15 Dicembre 2020 ore 10:22

Toccafondi (IV): “Ho scritto al sindaco Nardella. Fare chiarezza costi pubblici sullo stadio Franchi. Troppi parlano e pontificano senza conoscere spese che ricadono su tutti”.

Stadio, Toccafondi chiede chiarezza sui costi

“Queste settimane appaiono sempre più decisive per il futuro del nostro stadio ed è per questo che ho scritto al sindaco Dario Nardella per avere una panoramica sulla questione, soprattutto sulle spese che ricadono sui cittadini, ovvero sul comune” questo quanto detto alla trasmissione GR del Mattino di Lady Radio da Gabriele Toccafondi, deputato fiorentino di Italia Viva.

“L’amministrazione fiorentina ogni anno deve affrontare per lo stadio Artemio Franchi spese per la gestione quotidiana, spese per la manutenzione annuale ma anche spese per rendere agibile l’impianto. Vengono quindi utilizzati tanti, tanti soldi dei cittadini. Nel frattempo, però, avremmo un privato che vorrebbe mettere soldi suoi e gestire, sempre con soldi privati, un impianto sportivo. Lo vorrebbe moderno ed efficiente, così o sistema, ammoderna, il Franchi oppure o non fa niente o decide di costruire altrove, lasciando però l’Artemio Franchi così come è e, di conseguenza, al comune, cioè a tutti noi, resterebbero le spese di gestione, di manutenzione e uno stadio sempre più inagibile.
Troppi parlano, spiegano, raccolgono firme, pontificano ma nessuno spiega con quali soldi lo stadio dovrebbe rimanere così come è, monumento nazionale, tutelatissimo, ma inutilizzato” ha continuato il deputato.

Non perdiamo questo treno, non solo per la squadra Fiorentina ma per Firenze tutta. Il rischio, in caso contrario, è quello o di veder giocare la nostra squadra altrove, in un nuovo stadio, trasformando il Franchi nel “Flaminio fiorentino” bello, tutelato ma in abbandono o di continuare a spendere tanti, tanti soldi pubblici nei prossimi anni per mantenere l’impianto in sicurezza e magari pure vuoto” ha concluso Toccafondi.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità