Dramma a Scarperia, la mamma del piccolo è in rianimazione

L'uomo avrebbe tentato di uccidere anche la figlia di sette anni. La moglie è all'ospedale ancora sedata.

Dramma a Scarperia, la mamma del piccolo è in rianimazione
15 Settembre 2018 ore 15:08

Dramma a Scarperia, padre uccide bimbo di un anno, la mamma ancora sedata in ospedale.

Dramma a Scarperia, le condizioni della donna

Secondo l’ospedale del Mugello la donna, mamma del piccolo ucciso dal padre, ha riportato piccole ferite da taglio agli arti e alla testa e si trova al momento ricoverata in rianimazione all’ospedale del Mugello. Il ricovero in rianimazione è stato deciso per garantire un ambiente più riservato al suo stato di salute, in quanto l’accesso in reparto è più limitato. La donna non è stata sottoposta ad alcun intervento chirurgico. E’ sedata e per lei sono già stati attivati i supporti psicologici.

La furia omicida

La fuoria omicida è scattata ieri (venerdì 14 settembre) intorno alle 20. L’uomo, Niccolò Patriarchi, 34 anni, ha ucciso il figlio Michele di appena un anno. Ancora da accertare i motivi.

La chiamata al 112 è arrivata dalla nonna del piccolo Michele. Il bambino aveva compiuto un anno lo scorso 3 settembre. Patriarchi faceva il programmatore informatico ed era già conosciuto alle forze dell’ordine. Lo stesso sua moglie. Sul posto il pm di turno Fabio Di Vizio e la sezione investigazioni scientifiche del comando provinciale di Firenze.

Il tentativo di uccidere anche la figlia di sette anni

Sembra che tutto sia esploso dopo una lite con la moglie, Annalisa Landi di 30 anni. Sembra sia stata quest’ultima a fermare Patriarchi ch  pare abbia cercato di uccidere anche la figlia di sette anni. La donna è rimasta ferita alla testa e agli arti. Adesso si trova all’ospedale di Borgo San Lorenzo.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità