Cronaca
Borgo San Lorenzo

Borgo San Lorenzo, tre denunce per reati contro la persona ed il patrimonio 

Gli interventi della Compagnia di Borgo San Lorenzo, nel corso della settimana.

Borgo San Lorenzo, tre denunce per reati contro la persona ed il patrimonio 
Cronaca Firenze, 24 Settembre 2022 ore 10:54

Borgo San Lorenzo, tre denunce per reati contro la persona ed il patrimonio 

I Carabinieri della Compagnia di Borgo San Lorenzo, nel corso della settimana, hanno deferito, in stato di libertà, tre soggetti, responsabili di reati contro la persona e il patrimonio. 

Il primo è un ventenne nigeriano, reo di aver colpito, a Vicchio, il 17 settembre scorso, suoi connazionali utilizzando oggetti countundenti e cagionando loro lesioni giudicate guaribili in sette giorni. 

Sul posto sono intervenuti i militari dell’Aliquota Radiomobile che hanno riscostruito i fatti deferendolo per l'ipotesi di lesioni personali, aggravate dai futili motivi, legati a questioni di convivenza.

Mentre a Barberino di Mugello, i Carabinieri della dipendente Stazione hanno deferito un 36enne rumeno. Lo stesso aveva consegnato ad un eservizio commerciale una motosega per delle riparazioni. L’utensile, però, è stato riconosciuto dal proprietario; quest’ultimo ne aveva patito il furto a luglio scorso. I Carabinieri, informati nel senso dalla parte offesa, hanno effettuato gli accertamenti del caso, rilevando come, all’interno del manufatto, fosse indicato il nome del proprietario. Il detentore dell’attrezzo è stato quindi deferito per il reato di ricettazione. 

Sempre l’Arma di Barberino ha deferito un 29enne rumeno, residente in Emilia, già noto alle forze dell’ordine. Lo stesso, nel pomeriggio di ieri, presso il locale centro commericiale, ha sottratto dall’espositore un pantalone, rimuovendo l’antitaccheggio per superare le barriere elettroniche.  Per non destare sospetti, ha inoltre indossato il capo; il movimento però non è sfuggito al personale di sorveglianza che ha allertato i militari. Questi ultimi hanno identificato l’uomo che, innanzi all’evidenza, ha voluto pagare il pantalone.
Per la precedente sottrazione, comunque, dovrà rispondere del reato di furto aggravato.

Seguici sui nostri canali