DENUNCIATO IL COMPLICE

Arrestato 22enne truffatore di anziani, recuperata refurtiva da 6000 euro

Con la solita scusa dell'incidente al parente, il giovane e il complice 50enne hanno truffato una donna di Pelago

Arrestato 22enne truffatore di anziani, recuperata refurtiva da 6000 euro
Pubblicato:

Una metodologia ormai sempre più comune quella del "finto avvocato" o del "falso maresciallo dei carabinieri". Con i truffatori a contattare le vittime per avvisarle di un falso incidente in cui un parente sarebbe coinvolto per farsi consegnare soldi utili ad aiutarlo per la cauzione o le spese legali. Così nella mattinata di ieri martedì 6 febbraio 2024, una donna residente nel comune di Pelago è stata raggirata da un truffatore 22enne e il complice 50enne.

Denunciato il complice

A scovare la truffa è stata una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, in servizio in zona, attirata alla vista di un veicolo sospetto, che precipitosamente si allontanava in direzione Pontassieve, dove è stata intercettata da una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Pontassieve.

L'uomo alla guida è parso da subito molto nervoso, così i carabinieri sono passati alla perquisizione sia personale che del veicolo. Gli agenti hanno rinvenuto contanti e vari monili in oro occultati all'interno del mezzo per un totale di 6000 euro di refurtiva, con oggetti ricollegabili anche a truffe precedenti e tutti restituiti ai legittimi proprietari.

Il ventiduenne è stato arrestato con l’accusa di tentato furto per aver cercato di rubare, oltre alla refurtiva già consegnata dall’anziana, durante un attimo di distrazione, ulteriori oggetti preziosi, truffa aggravata e ricettazione, mentre il complice cinquantenne è stato denunciato per truffa aggravata in concorso e ricettazione. Entrambi sono pluripregiudicati e provenienti dal napoletano.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali