Eventi

Chiude in bellezza la stagione teatrale del Politeama con Virginia Raffaele, tutto esaurito per "Samusà"

L'attrice è reduce è reduce da Lol 2. Chi ride è fuori, il programma di Amazon che ha conquistato il pubblico a marzo.

Chiude in bellezza la stagione teatrale del Politeama con Virginia Raffaele, tutto esaurito per "Samusà"
Eventi Prato, 14 Maggio 2022 ore 09:30

Dal piccolo schermo al palcoscenico, riannodando i fili di un amore che è nelle corde della sua infanzia: il teatro. Prima tappa in Toscana del tour che l’ha portata in diverse città d’Italia, Virginia Raffaele approda al Politeama con il suo ultimo spettacolo intitolato Samusà, affidandosi alla sapiente mano teatrale del regista Federico Tiezzi. Chiude così in bellezza la stagione di prosa del Politeama, con uno spettacolo che registra il tutto esaurito nelle due serate di martedì 17 e mercoledì 18 maggio (alle 21). Un appuntamento molto atteso in città: la tournée di Samusà era stata interrotta dalla pandemia e lo spettacolo inizialmente previsto a marzo in occasione della Festa della donna fu rimandato a maggio proprio a causa del Covid.

«Ho fortemente voluto nella nostra programmazione Virginia Raffaele, un’artista che seguo da tempo e che ho sempre trovato geniale nelle sue qualità di performer, nel linguaggio del corpo e nell’uso della voce, oltreché essere espressione di una comicità intelligente – sottolinea la presidente del Teatro Politeama Pratese Beatrice Magnolfi - Incuriosisce poi il connubio dell’artista con un maestro della regia come Federico Tiezzi che è stato per tanti anni legato a Prato, in un sodalizio di grande qualità. Sarà emozionante rivedere nuovamente la sala piena di spettatori, al termine di una stagione proficua grazie a collaborazioni preziose come con la Camerata Strumentale e Fonderia Cultart». Lei volto amatissimo della tv dove si è distinta come regina di eccezionali parodie, lui grande regista di prosa e di opera, artista d'avanguardia con l’esperienza dei Magazzini Criminali negli anni Ottanta, dal 2007 al 2010 direttore artistico del Metastasio.
Virginia Raffaele è reduce da Lol 2. Chi ride è fuori, il programma di Amazon che ha conquistato il pubblico a marzo. Baciata dal successo nel 2015 con lo spettacolo Performance, l’artista ha vissuto gli ultimi anni particolarmente intensi sul piano della carriera che l’hanno vista protagonista in tv di uno show e una serie televisiva tutti suoi, oltre alla conduzione del festival di Sanremo e il doppiaggio di Morticia nel cartone animato La Famiglia Addams. Attrice, conduttrice televisiva e radiofonica, Virginia ha uno straordinario talento come imitatrice di personaggi famosi come Ornella Vanoni, Donatella Versace, Belen Rodriguez, Patty Pravo, Sabrina Ferilli. Ma Samusà sarà uno spettacolo diverso perché racchiude tanto della sua arte e della sua vita, intriso di una vena di nostalgia mista alle risate. C’è tutto il vissuto più caro a Virginia, il racconto dei suoi anni di bambina al LunEur nella capitale, il luna park dell’Eur fondato dai nonni negli anni Cinquanta, racchiuso nel titolo dello spettacolo che nel gergo dei giostrai significa “stai zitto”.

Il racconto di Samusà si nutre così dei ricordi di Virginia e di quel mondo fantastico in cui è ambientata la sua infanzia reale, il luna park, e da lì si sviluppa in quel modo tutto della Raffaele di divertire ed emozionare, stupire e performare, commuovere e far ridere a crepapelle.
“Sono nata e cresciuta dentro un luna park, facevo i compiti sulla nave pirata, cenavo caricando i fucili, il primo bacio l’ho dato dietro il brucomela – racconta l’attrice - Poi il parco ha chiuso, le giostre sono scappate e adesso sono ovunque: le attrazioni sono io e siete voi. Tutto quello che siamo diventati stupisce quanto un giro sulle montagne russe e confonde più di una passeggiata tra gli specchi deformanti”.
L’impianto scenico originale è arricchito da alcuni schizzi dipinti dalla stessa Virginia. La regia si avvale della firma di Federico Tiezzi. Prodotto da ITC2000, Samusà è scritto da Virginia Raffaele, Giovanni Todescan, Francesco Freyrie, Daniele Prato, con Federico Tiezzi.

Lo spettacolo si svolgerà nel rispetto delle norme anti-Covid con obbligo di mascherina di tipo Ffp2, come previsto dalle ultime disposizioni governative. Il costo del biglietto è di 40 euro in platea, 30 in galleria; riduzioni previste per gli spettatori under 25 in galleria (15 euro), 10 per cento di sconto per i soci Unicoop Firenze e per i possessori della Pratosfera Card.
Per eventuali biglietti ancora disponibili si può sentire direttamente la biglietteria del teatro, aperta da martedì a sabato dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19. Informazioni: www.politeamapratese.it

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter