Escursioni
Dalla Val di Bisenzio a Montemurlo

Grande festa per l'inaugurazione della Via delle Rocche

Nuovo percorso sugli antichi sentieri medievali

Grande festa per l'inaugurazione della Via delle Rocche
Escursioni Prato, 07 Maggio 2022 ore 15:41

La Via delle Rocche è stata tenuta a battesimo questa mattina con una bella festa d’inaugurazione che si è svolta alla Rocca medievale di Cerbaia, luogo simbolo della Val di Bisenzio.

Grande festa per l'inaugurazione della Via delle Rocche

In tanti, già da oggi, hanno voluto sperimentare alcuni tratti del nuovo cammino. Il percorso - lungo circa 44 chilometri e di media difficoltà - unisce la Rocca di Montemurlo, Torre Melagrana in Calvana, la Rocca di Cerbaia e la Rocca di Vernio.

L’obiettivo del suggestivo cammino, promosso dall’ambito turistico dell’area pratese, è quello di coniugare la valorizzazione di ambiente e risorse storico- artistiche. Per la Val di Bisenzio c’erano i sindaci Guglielmo Bongiorno, Primo Bosi e Giovanni Morganti. È intervenuto l’assessore al Turismo del Comune di Prato, Gabriele Bosi, mentre Montemurlo era rappresentato dal sindaco Simone Calamai e dal vicesindaco Giuseppe Forastiero. Al taglio del nastro Bongiorno ha messo in evidenza che “il progetto nasce dalla collaborazione istituzionale tra le diverse amministrazioni e costituisce una nuova e preziosa opportunità di valorizzazione del territorio nel contesto dell’offerta attrattiva costituita dai cammini”.

Il progetto è stato seguito e sostenuto dalle assessore al Turismo e Promozione dei tre Comuni Beatrice Boni (Vaiano), Maila Grazzini (Cantagallo) e Maria Lucarini (Vernio). “Questo percorso nasce da un bel lavoro di squadra che ha visto protagoniste le amministrazioni comunali con la Fondazione CDSE e Legambiente -  mettono in evidenza le tre amministratrici - Significativa la collaborazione del Cai e dei Laboratori Archeologici San Gallo, spin off accademico dell’Università di Firenze. Ringraziamo tutti”. A illustrare le caratteristiche del percorso c’erano Alessia Cecconi e Luisa Ciardi della Fondazione CDSE con Giacomo Agabio di Legambiente.

La Via delle Rocche riscopre e ripercorre gli antichi sentieri medievali di mezza costa che si snodavano dall’area pistoiese al Passo di Montepiano, in un cammino affascinante ancora caratterizzato da pievi, badie, piccoli borghi arroccati e da un’accoglienza diffusa e generosa. Si va dalle cave di Serpentino del Monteferrato, alle pievi di San Giovanni Decollato a Montemurlo e di Sofignano, fino ai borghi di Popigliano e Grisciavola, Mezzana, Ceraio e Costozze. Dove possibile il cammino utilizza la rete sentieristica CAI, è stato comunque individuato un percorso in grado di collegarsi alla Via della Lana e della Seta, alla via Jacopea e alla via Germanica imperiale.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter