Sport
La segnalazione

Sport a Calenzano, aumentano le tariffe

L'intervento di Sinistra per Calenzano.

Sport a Calenzano, aumentano le tariffe
Sport Piana Fiorentina, 25 Ottobre 2022 ore 10:31

 

Sport a Calenzano, aumentano le tariffe

 

Le stagioni sportive 2019/20, 2020/21 e 2021/22 sono state, a causa del Covid, le più difficili per tutte le società sportive, ed in maggior modo per le discipline che si effettuano al chiuso, nelle palestre.

I protocolli sanitari hanno inevitabilmente ridotto la partecipazione, e le società e i gestori di impianti pubblici hanno fatto miracoli per poter continuare a fare e far fare attività motoria alle ragazze e ai ragazzi di Calenzano.

La difficoltà delle famiglie

Molte famiglie hanno però vissuto difficili momenti economici, con l'effetto di un necessario taglio alle spese da sostenere, che nella maggior parte dei casi ha coinciso con lo sport. In questo contesto si sono quindi ridotte le entrate delle società, mentre i costi si sono - per adesso - mantenuti gli stessi.

L'annata 2022/23 doveva essere quella del rilancio definitivo, del ritorno alla normalità, dopo un’estate passata a progettare, programmare e destinare le risorse economiche per migliorare il servizio offerto.

Invece, dopo due mesi di attività, è arrivata la stangata.

L'Amministrazione comunale, il 20 di ottobre, ha stabilito un aumento, in parte previsto, delle tariffe di campi e palestre.

Purtroppo, ancora una volta questa Amministrazione manca di confronto e condivisione con i cittadini e le Associazioni: le tariffe dovevano essere discusse e riviste nel periodo di fermo, l'estate, e non a bilanci praticamente chiusi; la revisione tariffaria doveva essere condivisa per tempo con le Associazioni e non solo annunciata attraverso una semplice ed impersonale email, e dovrebbe, nel caso, prevedere un aumento giusto e ragionevole, non degli incrementi che vanno dal 15% al 22%!

Di fronte ad un tale aumento tariffario, di questi tempi un vero sacrificio per società sportive e famiglie, sarebbe ragionevole aspettarsi che siano messi a disposizione impianti in buone condizioni; invece, nella maggior parte dei casi gli impianti sono vecchi, con sistemi di riscaldamento inadeguati e spesso mal funzionanti, spesso sporchi e sicuramente piccoli per il bacino di utenti, il cui numero è cresciuto in questi anni - a differenza degli impianti.

 

L'aumento dei costi

 

L’aumento dei costi non può che ricadere sulle famiglie, e l’assegnazione del bonus sport da parte del Comune, per le modalità e le tempistiche previste, non ci sembra una soluzione adeguata: si può accedere alla graduatoria, riservata agli utenti under 18 e agli over 65 in famiglie con reddito ISEE pari o inferiore a 25’000€, solo a condizione di presentare entro il 30 novembre 2022 la documentazione del pagamento relativo all’attività sportiva frequentata; ma molte famiglie - addirittura tutte, nel caso di alcune specifiche discipline - hanno optato per la rateizzazione del pagamento, rendendo impossibile documentare il versamento dell’intera somma entro i termini indicati.

Aumentare le tariffe indiscriminatamente, chiudere i parcheggi e rendere difficile l'accesso alle strutture, non programmare seriamente e in condivisione con le società sportive un adeguamento degli impianti e della loro gestione vuol dire rinunciare ad amministrare, improvvisando giorno per giorno.

Come Sinistra per Calenzano, pensiamo che investire sullo sport voglia dire investire anche in salute e prevenzione sanitaria, contribuendo a far crescere ragazze e ragazzi in luoghi sicuri e sani, dove si impara a confrontarsi e stare insieme.

L'invito all'amministrazione

Invitiamo pertanto l’Amministrazione a fare un passo indietro, aprendo un confronto per valutare assieme alle Associazioni sportive ‘colpite’ direttamente dai rincari come affrontare nel miglior modo possibile la situazione.

Sinistra per Calenzano

Seguici sui nostri canali