Pinocchio sugli Sci 2020, al Sestriere la presentazione: finali all’Abetone

Inizia a muoversi la macchina organizzativa del "Pinocchio sugli Sci" 2020: presentazione ufficiale al Sestriere col gran finale all'Abetone, sull'Appennino tosco-emiliano.

Pinocchio sugli Sci 2020, al Sestriere la presentazione: finali all’Abetone
19 Gennaio 2020 ore 15:48

Presentazione grandi firme per l’edizione 2020 del Pinocchio sugli Sci, una sorta di Olimpiadi dello sci per le categorie giovanili italiane e mondiali. La cerimonia, alla presenza del main sponsor Enel, al Sestriere: finali in programma a fine marzo-inizio aprile, come da tradizione, ad Abetone.

Finali del Pinocchio sugli Sci 2020 da tradizione ad Abetone

Per i giovani sciatori Pinocchio Sugli Sci è un sogno a cui ambire, per molti campioni di ieri e di oggi ha rappresentato una tappa fondamentale della propria carriera. Da metà dicembre 2019 e fino al 4 aprile 2020 la rassegna giovanile di sci alpino più amata d’Italia e tra le 5 più importanti al mondo torna con la 38° edizione, con 23 selezioni zonali nelle località sciistiche più belle d’Italia, il divertente Villaggio di Pinocchio, intrattenimento per tutti e sette giorni di Finali Nazionali ed Internazionali all’Abetone.

L’edizione 2020 dell’evento riservato alle categorie maschili e femminili U9, U10, U11, U12, U14 e U16 è stata presentata a Sestriere in occasione delle gare di Coppa del Mondo di Sci Alpino Femminile, alla presenza del Presidente Franco Giachini, del giornalista Patrick Lang, del Presidente della Fondazione Nazione Carlo Collodi Pier Francesco Bernacchi, dell’ex sciatrice, campionessa olimpica e oggi allenatrice Daniela Ceccarelli e delle giovani promesse dello sci Laura Pirovano, Lara Colturi (miglior atleta femminile Pinocchio Sugli Sci 2019) ed Edoardo Saracco (miglior atleta maschile Pinocchio Sugli Sci 2019 e vincitore della medaglia di bronzo alle recenti Olimpiadi Giovanili 2020). Un bellissimo momento di incontro tra presente, passato e futuro dello sci che hanno come comune denominatore il Pinocchio Sugli Sci, da sempre importante trampolino di lancio per entrare a far parte del circo bianco internazionale.

Ancora una volta ad accogliere la presentazione dell’evento è stata una location prestigiosa, a due passi dalle piste che vedranno impegnate le grandi atlete del circo bianco internazionali che da giovanissime sono passate dal Pinocchio, tra cui Sofia Goggia, Lara Gut, Marta Bassino, Francesca Marsaglia, Irene Curtoni, Federica Brignone, Petra Vlhová, Ilka Stuhec, Eva Maria Brem e Anna Veith-Fenninger, Viktoria Rebensburg, Tina Weirather e Nina Løseth.

Le selezioni zonali 2020 hanno già preso il via e proseguiranno con una prova di slalom gigante in tutta Italia, da nord a sud, fino a metà marzo: dopo le gare di qualificazione già disputate a Grossensass e Karerpass, Pinocchio Sugli Sci sarà a Courmayeur, Santa Caterina Valfurva, Moena, Limone Piemonte, Alleghe, Monte Verena, Piancavallo, Roccaraso, Cerreti Laghi, Campo Felice, Sarnano Sassotetto, Passo del Tonale, Amiata, Selvino, Sestriere, Linguaglossa – Etna Nord, Bielmonte, Villaggio Palumbo e Campitello Matese.

Dopo la gara di recupero nazionale del 15 marzo a Bardonecchia, dal 28 marzo al 4 aprile 2020 sulla Montagna Pistoiese andrà in scena il gran finale, il tradizionale appuntamento all’Abetone (PT) con le Finalissime Nazionali ed Internazionali, organizzate con l’importante collaborazione di SAF – Società Abetone Funivie e Comune di Abetone Cutigliano.

Dal 28 marzo al 1° aprile più di 1700 giovani atleti, i qualificati delle selezioni zonali provenienti da tutta Italia, si sfideranno nelle Finali Nazionali per aggiudicarsi l’ambito Pinocchio d’Oro, assegnato ai vincitori delle categorie Baby e Cuccioli, e per i più grandi delle categorie Ragazzi e Allievi un posto nel Team Italia e la citazione nel prestigioso Albo d’Oro di Pinocchio. Il 3 e il 4 aprile sarà il momento della Fase Internazionale: i migliori atleti azzurri delle categorie Ragazzi e Allievi entrati a far parte del Team Italia sfideranno le 35/40 delegazioni straniere in gara.

Tra le grandi conferme dell’edizione 2020 c’è Enel, che per il sesto anno consecutivo rinnova il sostegno al Pinocchio sugli Sci in qualità di main sponsor. Una partnership assodata nel tempo, che si rinnova grazie ad una comunione di valori tra le due realtà: il Pinocchio rappresenta un’eccellenza italiana in ambito sportivo, che trasmette valori positivi, investe sui giovani talenti e ha un’apertura internazionale, proprio come l’energia di Enel che nei suoi molteplici aspetti – dalle rinnovabili alla mobilità elettrica, passando per l’innovazione e la sostenibilità quali elementi chiave del business – rappresenta sempre di più un ruolo di guida nella transizione energetica per la decarbonizzazione e la lotta al cambiamento climatico a livello mondiale.

Enel, insieme agli altri partner della manifestazione e all’immancabile burattino di legno saranno tra i protagonisti del Villaggio di Pinocchio, un’area interamente dedicata ai bimbi e alle loro famiglie dove atleti e accompagnatori possono svagarsi tra una gara e l’altra, partecipare ai giochi organizzati dagli animatori e visitare gli spazi dedicati ai partner dell’evento. Presso l’oasi invernale sarà possibile testare attrezzature sportive, gustare golose merende, ritirare coupon sconto e il Pacco Gara, un simpatico e comodo zainetto contenente tanti cadeaux. Dopo la competizione la festa continua con la Maxi Estrazione: tra tutti gli iscritti alle giornate di gara saranno sorteggiati i fortunati vincitori che porteranno a casa fantastici premi e tantissimi gadgets offerti dai partners dell’evento.

Il Villaggio farà tappa a Santa Caterina Valfurva (25 gennaio), Moena (1-2 febbraio), Alleghe (8-9 febbraio), Roccaraso (16 febbraio), Passo del Tonale – Ponte di Legno (22 febbraio), Campo Felice (29 febbraio – 1 marzo), Bardonecchia (15 marzo, selezione di recupero nazionale) e Abetone.

LEGGI ANCHE: Whatsapp in tilt in tutta Italia per l’invio di immagini multimediali

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità