SPORT

La nuova carriera del primatista fiorentino Gianni Iapichino

Ha alle spalle una carriera d’atleta d’alto livello: 18 volte azzurro a cavallo tra gli anni ’80 e ’90, è stato primatista italiano di salto con l’asta (5.70)

La nuova carriera del primatista fiorentino Gianni Iapichino
Firenze, 22 Giugno 2020 ore 09:16

L’ex primatista italiano di salto con l’asta entra nel direttivo di ATL-Etica (nel trevigiano).

New entry

Una nuova carriera per Gianni Iapichino: l’ex primatista italiano di salto con l’asta entra nel direttivo di ATL-Etica, la società sportiva trevigiana che il 4 e 5 luglio, a Vittorio Veneto, organizzerà uno dei primi meeting nazionali della stagione.

“Da ex astista, conosco Gianni da tanto tempo – spiega Andrea De Lazzari, fondatore e direttore sportivo di ATL-Etica -. L’ho ammirato da atleta e credo abbia grandi potenzialità anche da dirigente: è venuto in contatto con la nostra società, gli è piaciuta la filosofia che ci guida e ha accettato con entusiasmo di iniziare questo percorso. L’esperienza di Gianni sarà d’esempio e di stimolo per i nostri giovani. Il suo ingresso in ATL-Etica è solo il primo passo sulla strada della creazione di un gruppo dirigenziale qualificato e sempre più al passo con i tempi”.

Una carriera da atleta di alto livello alle spalle

Cinquantun anni, fiorentino, papà di Larissa, campionessa europea under 20 di salto in lungo nel 2019, Gianni Iapichino ha alle spalle una carriera d’atleta d’alto livello: 18 volte azzurro a cavallo tra gli anni ’80 e ’90, è stato primatista italiano di salto con l’asta (5.70), specialità in cui ha conquistato sei titoli nazionali assoluti (tre all’aperto e altrettanti indoor). Era bravo anche nel salto in lungo, dove aveva un primato personale di 7.95, e nelle prove multiple (7.285 punti nel decathlon e un titolo italiano indoor vinto nell’octathlon). Ora la nuova sfida si chiama ATL-Etica.

“ATL-Etica mi ha prospettato un percorso formativo a 360 gradi ed è soprattutto questo che ho trovato estremamente innovativo – dichiara Gianni Iapichino -. La figura del dirigente sportivo oggi è sempre più complessa: il semplice volontariato non basta più. La passione resta la base di tutto, ma va abbinata a competenze specifiche, frutto di esperienze sul campo e preparazione teorica.Ho conosciuto i dirigenti di ATL-Etica, li ho visti all’opera nell’organizzazione del meeting del 4 e 5 luglio e ci siamo trovati subito in sintonia.Sono sicuro che insieme potremo fare grandi cose”.

Presto il debutto come dirigente

Gianni Iapichino debutterà nella nuova veste di dirigente, presenziando agli incontri con gli atleti e la stampa che scandiranno la marcia di avvicinamento al Meeting Nazionale ATL-Etica – Memorial Prof. Ivo Merlo. Sarà inoltre a Vittorio Veneto il primo weekend di luglio, in occasione della gara di salto in lungo della figlia Larissa, che ha scelto il meeting di ATL-Etica come tappa inaugurale della stagione all’aperto.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità