Politica

L'ex sindaco di Calenzano potrebbe essere candidato a Campi?

"Ci sono se c’è una volontà politica e una squadra".

L'ex sindaco di Calenzano potrebbe essere candidato a Campi?
Politica Piana Fiorentina, 20 Novembre 2022 ore 15:12

L'ex sindaco di Calenzano potrebbe essere candidato a Campi?

 

L’ex sindaco di Calenzano Alessio Biagioli, potrebbe candidarsi a Campi Bisenzio, alla guida della coalizione di centrosinistra, in vista delle prossime elezioni amministrative. Il suo nome l’avevamo fatto emergere noi di BisenzioSette la settimana scorsa riportando come tanti campigiani apprezzassero l’ex primo cittadino di Calenzano, oramai fuori dall’agone politico. Al suo secondo mandato, fu rieletto con una percentuale bulgara, superiore anche a quella ottenuta dall’attuale sindaco di Sesto Lorenzo Falchi: riuscì a raccogliere il 77% dei consensi, in quella tornata la più alta percentuale d’Italia tra i Comuni con più di 15mila abitanti.

 

Il momento delicato

Visto il momento delicato che sta vivendo la coalizione di centrosinistra a Campi, che alle scorse elezioni politiche è stata superata dal centrodestra, i campigiani non vedrebbero come una cattiva idea affidarsi ad un “papa straniero”, andando a preferire uno tra gli amministratori più amati di tutta la Piana Fiorentina che potrebbe anche ottenere il sostegno delle forze che si trovano a sinistra del Pd. Se qualcuno pensava che quest’idea, lanciata sul totosindaco di BisenzioSette, potesse apparire strampalata, o per lo meno di difficile realizzazione, sono poi state la parole rilasciate da Biagioli ad essere davvero clamorose. «Ovviamente - ha detto subito - mi fa molto piacere aver appreso questa notizia, ma ritengo che una chiamata avrebbe senso solo se provenisse dalle forze politiche oltre che da i cittadini, se dietro ci fosse una squadra ed una volontà politica di unità nel campo del centrosinistra. Le cose hanno un senso se c'è un interesse collettivo non è un fatto personale».

 

Un ringraziamento ai cittadini

Per poi proseguire: «Ringrazio però moltissimo i cittadini che hanno espresso questo pensiero per la loro attestazione di stima». Insomma, niente affatto una chiusura netta, come in tanti si sarebbero aspettatati, ma anzi quasi un’apertura affermando, tra le righe, di essere disponibile a candidarsi a Campi se solo vi fosse una proposta unitaria delle forze politiche. Eppure, hanno riflettuto in tanti in questi giorni, la sua candidatura potrebbe davvero risolvere i problemi interni al Pd ed alla coalizione del centrosinistra. La scorsa settimana il segretario comunale di Sinistra Italiana Andrea Morreale era stato chiaro: «A Campi serve un rinnovamento totale, bisogna cambiare tutta la classe dirigente di questi ultimi 10 anni». Per questo l’avvento di Biagioli potrebbe rappresentare quella novità in grado di ricomporre la coalizione ed anzi ampliarla, verso quel campo largo della sinistra che rimane, ad oggi, un miraggio per evitare la vittoria in città del centrodestra. Ed il centrodestra, appunto? Paolo Gandola ha oramai rotto gli indugi ed anche se non conferma sta lavorando, in mezzo alla gente, per ottenere il consenso necessario per candidarsi a sindaco. Fratelli d’Italia, invece, pensa ad Antonio Montelatici, consigliere comunale a Firenze del gruppo Centro ed anche Gianni Baudo si dimostra interessato alla corsa. I giochi, anche qui, sono ancora lontani dall’essere chiusi.

Seguici sui nostri canali