LA CLASSIFICA

Pizza: due fiorentini nella top 50 del mondo

In tutto sei pizzerie toscane tra le migliori 50.

Pizza: due fiorentini nella top 50 del mondo
Firenze, 01 Ottobre 2020 ore 09:51

Anche due pizzerie di Firenze tra le migliori 50 del mondo, la “50 Top Pizza”, ovvero la prestigiosa guida-classifica online delle migliori pizzerie italiane e del mondo, ideata da Barbara Guerra, Albert Sapere e Luciano Pignataro.

Pizza: due fiorentini nella top 50 del mondo

Manco a dirlo, sono ovviamente tutte italiane le prime 50 pizzerie più buone del mondo. Primi due posti per la Campania, anche in questo caso poche sorprese, al terzo una pizzeria veneta, I Tigli di San Bonificaio.

Ma in questa speciale classifica ci sono anche sei pizzerie toscane e tre queste ben due fiorentine.

Le migliori pizzerie di Firenze

Al 15esimo posto della “50 top pizza” infatti troviamo “Le follie di Romualdo”. E come si legge sullo stesso sito della “50 top pizza”, nel quartiere San Niccolò, proprio sotto Piazzale Michelangelo, si trova la pizzeria “Le Follie di Romualdo”, condotta con il solito estro creativo da Romualdo Rizzuti, che sforna le sue prelibatezze anche nel giardino estivo dell’hotel Four Seasons e sul Lungarno del Tempio.
All’ingresso del locale si viene accolti con cortesia dal personale di sala e si può scegliere se accomodarsi all’interno oppure nella bella corte o nel dehor situato davanti alla pizzeria.
Per partire si possono scegliere, tra alcuni piatti della cucina, i fritti preparati alla perfezione, deliziosi e delicati.
Nel menù sono presenti dieci pizze d’autore, tra le quali è difficile scegliere: dalla Gamberi, Lardo e Tartufo, pezzo forte sin dall’inaugurazione, alla new entry “L’isola di Capri” con base mozzarella e aggiunta in uscita di mozzarella di bufala e una sorprendete granita di pomodoro.
Nota di merito per l’eccellente pizza fritta, sia per la qualità della frittura che per gli ingredienti.

Al 42esimo posto poi un’altra pizzeria fiorentina, la Giotto Pizzeria-Bistrot.
Pizzeria di quartiere, inaugurata nel 2016, dall’anima isolana: la famiglia che gestisce il locale è originaria di Ischia come anche il giovane pizzaiolo che nasce pasticciere ed ha fatto poi il salto dedicandosi agli impasti. Qui si mangia un’ottima pizza napoletana ma moderna, un ‘classico’ canotto ottimamente lievitato, perfettamente cotto e le farciture sono di eccellente livello qualitativo. I fondamentali, margherita e marinara, sono tra i migliori in città e molto buoni i fritti. Qualche pizza creativa tra cui la pizza alla bistecca: è pizza ma sembra di star mangiando la bistecca alla fiorentina, geniale omaggio alla città di Firenze. Lasciate un po’ di spazio per i dolci: quasi tutti fatti in casa da Marco (con un “intruso” pratese in carta, di gran fama).

Le altre pizzerie toscane

La Toscana si aggiudica anche il premio “Giovane pizzaiolo dell’anno” con Gennaro Police di ‘O Scugnizzo  e la sua pizzeria ad Arezzo ‘O Scugnizzo che si aggiudica addirittura il nono posto in Italia.

Si passa poi ad “Apogeo”, che si trova a Pietrasanta all’undicesima posizione, Le Follie di Romualdo, Firenze quindicesima, La Ventola, Rosignano Marittimo, quarantunesima, Giotto Pizzeria – Bistrot, Firenze subito dopo e infine alla penultima posizione della top 50 Battil’oro, Querceta (LU).

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità