Trova la moglie a letto con suo fratello e chiama il 112: "Faccio una strage"

L’uomo, ricevuta la notizia dalla fedifraga, come prima reazione ha telefonato alle Forze dell’ordine.

Trova la moglie a letto con suo fratello e chiama il 112: "Faccio una strage"
Cronaca Piana Fiorentina, 19 Febbraio 2019 ore 21:45

La moglie lo tradisce col fratello, lui chiama i carabinieri: «Venite a casa mia perché ho paura di fare una strage».

Il fatto era accaduto esattamente due anni fa come aveva riportato BISENZIOSETTE nel numero del 24 febbraio 2017.

Trova la moglie a letto con suo fratello

Un incrocio amoroso tra moglie e cognato si è trasformato in un litigio molto accesso che, per... prudenza, non è sfociato in tragedia. Scoprire l’infedeltà del proprio partner può essere psicologicamente e fisicamente devastante e di sicuro lo è stato per lo sventurato marito che, in preda all’ira, una volta appresa la notizia ha chiamato i carabinieri. E’ successo in una frazione di Signa, in una via centrale del paese dove una giovane donna ha pensato bene di lasciare il marito con una telefonata. Una telefonata che, ovviamente, ha fatto andare su tutte le furie il marito. Probabilmente incapace di affrontare il coniuge a viso aperto, la donna ha pensato di evitare il peggio confessando il tradimento per telefono. Ma le cose non sono andate come lei aveva sperato. Al telefono gli ha detto che lei lo lasciava perché, da tempo, aveva una relazione con suo cognato, vale a dire il fratello del marito. Un fulmine a ciel sereno per l’uomo, che è andato su tutte le furie, che si è sentito tradito due volte. Era talmente arrabbiato che, prima di rientrare a casa e affrontare la moglie, ha chiamato i carabinieri. Ha raccontato quello che gli era successo e ha detto di non sapere che reazione avrebbe potuto avere una volta arrivato a casa. Facile immaginare quello che può aver detto al telefono ai militari:

«Veniti qui perché rischio di fare una strage».

Ma ha prevalso il buonsenso: pur nella difficile situazione che si è trovato a dover affrontare, ha cercato di evitare il peggio chiedendo aiuto ai carabinieri. In casa poi è scoppiato l’inferno, ma per fortuna sono volati soltanto insulti e grida che hanno attirato l’attenzione del vicinato ma che non sono sfociati in qualcosa di più grave. Il marito tradito, per fortuna, si è reso conto di poter compiere qualche gesto inconsulto e, in qualche modo, si è tutelato. Certo è che resta l’amarezza per la fine di un rapporto e, di sicuro, della quiete famigliare.