Taccheggio: arrestata per tentato furto aggravato

Aveva sottratto svariati capi di abbigliamento per un valore di 360 euro.

Taccheggio: arrestata per tentato furto aggravato
Pistoia, 03 Settembre 2018 ore 15:45

Il taccheggio è stato messo in atto presso un ipermermercato di Massa e Cozzile

Ieri mattina il personale del Commissariato di Montecatini è intervenuto presso il Centro Commerciale IPERCOOP di Massa e Cozzile su richiesta della titolare del negozio “H&M” poiché poco prima erano state individuate due persone che avevano sottratto capi di abbigliamento. La pattuglia mentre stava percorrendo via Fermi scorgeva due addetti alla vigilanza del centro commerciale, che stavano indicando una donna, la quale una volta fermata è risultata essere la responsabile del furto.

La donna è stata riconosciuta dal responsabile della sicurezza

La stessa, infatti, è stata immediatamente riconosciuta dal responsabile della sicurezza nella donna che poco prima aveva sottratto svariati capi di abbigliamento per un valore di euro 360 circa e che una volta fermata per il controllo dello scontrino dopo l’allarme sonoro delle barriere antitaccheggio, era riuscita a guadagnarsi la fuga grazie alla complicità del figlio. Infatti è stato proprio lui che, nel momento in cui la donna è stata fermata dall’addetto alla sicurezza, ha cominciato a inveire ad alta voce, gesticolando animatamente in modo da creare confusione e permettere alla madre di scappare con la refurtiva che è stata poi abbandonata all’interno del centro commerciale.

Risiede a Prato

La donna, priva di documenti al momento del controllo, è stata identificata per tale C.M., quarantunenne, di nazionalità albanese, regolarmente residente a Prato, più volte arrestata e segnalata all’A.G. per reati contro il patrimonio. Gli operatori di Polizia hanno proceduto quindi al suo arresto, mentre il figlio C.R. di anni diciotto è stato deferito all’A.G. per il reato di favoreggiamento. Nella mattinata di oggi  il Giudice del Tribunale di Pistoia ha convalidato l’arresto disponendo la misura degli arresti domiciliari presso l’abitazione di Prato della donna.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità