una tragedia

Schianto a Rosignano, un inferno di lamiere. Tre morti e sette feriti

Gli ultimi istanti prima dell’incidente sono stati ripresi dalle telecamere

Pubblicato:
Aggiornato:

Robert Frienderich di 61 anni, Cornelia Schubert di 68 anni, marito e moglie, e Marco Acciai, di 21 anni. Sono le tre vittime del terribile incidente di ieri, domenica 3 giugno 2024 al casello di Piombino. Uno schianto che non ha lasciato scampo alla coppia tedesca alla guida della Honda Hrv. Non è chiaro cosa sia successo, ma tra le prime ipotesi, forse un malore.

Un inferno

Gli ultimi istanti prima dell’incidente sono stati ripresi dalle telecamere. Si vede l’auto su cui viaggiava la coppia tedesca che non tiene la carreggiata. Arriva da sinistra in modo innaturale fino ad arrivare al casello, colpendo in pieno due auto ferme per il pedaggio. L’impatto è terribile. Prima investe una Fiat 500 X rossa. A bordo c’è Marco Acciai, 21 anni, insieme alla fidanzata. Quest’ultima rimane miracolosamente ferita, il giovane fiorentino muore.

Il videoservizio di Italia7, televisione del nostro gruppo editoriale Netweek:

Investito in pieno anche un suv Hyundai. A bordo una famiglia di origine ucraina con due bambini di 3 e 6 anni, la madre dei piccoli e la nonna. Anche il casellante è rimasto ferito, ma fortunatamente non in modo grave.

Sul posto anche la dirigente del comando provinciale di Livorno dottoressa Agnese Pane.

"Un incidente gravissimo – spiega – stiamo raccogliendo tutti gli elementi per accertare i fatti. Dalle testimonianze sappiamo che l’auto scura è arrivata alla barriera di Rosignano a forte velocità. I veicoli sono posti sotto sequestro e acquisiremo anche le immagini delle telecamere".

Un dramma

Il casello di Piombino è rimasto chiuso per ore così come il tratto dell’autostrada A12 da Livorno a Rosignano. Un lavoro straziante quello del vigili del fuoco di Cecina e Livorno. Sull’asfalto le valigie e gli effetti personali di una vacanza che rimarrà lì per sempre.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali