Premiato il progetto di ricerca dell’Ausl Toscana Centro sul trasporto del sangue cordonale

Il modello elaborato in collaborazione con il Centro Regionale Sangue segue la filosofia Lean per migliorare la qualità del processo.

Premiato il progetto di ricerca dell’Ausl Toscana Centro sul trasporto del sangue cordonale
11 Dicembre 2019 ore 13:10

E’ stato premiato, come uno dei migliori progetti di perfezionamento del trasporto di sangue cordonale, il lavoro di ricerca realizzato da un gruppo di professionisti dell’Ausl Toscana Centro in collaborazione con il Centro Regionale Sangue (CRS) e SVS Servizi, il gestore regionale per il trasporto di sangue, tessuti e organi.

Premiato il progetto di ricerca dell’Ausl Toscana Centro

Il modello, dal titolo “Il trasporto di sangue cordonale, elaborazione di un piano di miglioramento secondo metodo Lean” è stato presentato dal Centro Nazionale Trapianti e premiato in occasione del convegno annuale “Stati Generali della Rete Trapiantologica”. La ricerca elaborata consiste in un progetto di miglioramento del trasporto del sangue cordonale, destinato all’estrazione di cellule staminali per il trapianto, effettuato secondo il metodo Lean. La filosofia Lean, nata per i processi produttivi, è in grado di analizzare le attività sanitarie in modo da razionalizzare le singole azioni. Il trasporto di sangue cordonale deve essere processato entro 48 ore dalla raccolta e mantenuto, dal prelievo alla processazione, ad una temperatura costante intorno ai 4°C che deve essere tracciata.

Gruppo di lavoro

Il gruppo di lavoro è composto dal dottor Marco Tanini, donazione organi e tessuti Azienda Usl Toscana Centro, Alessandro Pacini, Direttore SOS Donazione organi e Trapianti Azienda Usl Toscana Centro,  Federica  Benifei, ostetrica, Cecilia Bruschi coordinatore locale donazione e trapianti, Emanule Ginori, processi donazione organi e trapianti, Ilaria Bagnulo e Alessandoro Toccafondi, Psicologi Psicologia ospedaliera  (hanno condotto i gruppi di lavoro legati al progetto) , Piero Tomei,  SVS Servizi, Stefano Giudici, Centro Regionale Sangue, Simona Carli, direttore Centro Regionale Sangue.

Nel primo semestre del 2019 presso gli 8 punti nascita dell’Ausl Toscana Centro sono state raccolte 307 unità di sangue cordonale.

I vantaggi

L’applicazione del nuovo modello oltre a snellire le procedure, ridurre i costi, garantisce anche maggiore sicurezza nel trasporto del sangue cordonale.  Tale modello ideato in Ausl Toscana Centro, potrà essere esteso sia a livello regionale che nazionale per quanto riguarda il trasporto delle cellule staminali.

In futuro lo stesso percorso potrà essere applicato anche per il trasporto di organi e tessuti, con notevoli risparmi di ore di lavoro (per quanto riguarda gli infermieri del blocco operatorio che devono produrre la “granita” di ghiaccio per conservare gli organi) e maggiori vantaggi sia in termini di tracciabilità della temperatura di trasporto che di sicurezza, poiché sono assenti le contaminazioni dovute alla frantumazione del ghiaccio per conservare gli organi.

“Il comitato preposto alla valutazione dei contributi scientifici e all’assegnazione dei premi ha particolarmente apprezzato il contributo innovativo della ricerca presentata. I tempi contingenti che caratterizzano i processi di donazione sono adatti ad essere studiati con la filosofia Lean, inoltre il tema del trasporto rappresenta un argomento di vivo interesse per le rete trapianti-spiega Letizia Lombardini , Direttore Sanitario del Centro Nazionale Trapianti.”

 

Il progetto

E’ stato creato un modello A3 in cui sono state analizzate le criticità del trasporto con diagramma di Ishikawa, una tecnica manageriale utilizzata nel settore industriale e nei servizi per individuare la causa di un effetto.   I correttivi sono stati predisposti con diagramma di Gantt.  L’A3 Model ha dimostrato di essere un buon metodo per analizzare le varie fasi di un processo complesso. In particolare l’ analisi della causa radice ha indicato precise misure correttive quali: l’attivazione con piattaforma informatica ad accesso con credenziali per la prenotazione del trasporto, adozione di sistema di trasporto a temperatura controllata in appositi contenitori, validazione del sistema di controllo semestrale da parte del CRS Toscana.

LEGGI ANCHE: MOSCERINO “NON VOGLIO ABBANDONARE I RENAI”

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità