FAVORI DI OGNI TIPO

Prato: arrestato vice ispettore della Polizia di Stato

Il poliziotto faceva favori all'imprenditore per avere in cambio vari regali e aveva anche aiutato un carrozziere per fargli aggiudicare il contratto di riparazione delle vetture di servizio della Polizia di Stato.

Prato: arrestato vice ispettore della Polizia di Stato
Prato, 11 Giugno 2020 ore 17:42

I militari del nucleo investigativo del reparto operativo del comando provinciale di Prato questa mattina intorno alle 11 hanno arrestato un imprenditore e un vice ispettore della Polizia di Stato.

Arrestato vice ispettore della Polizia di Stato

Arresti domiciliari da questa mattina per Luciano Rizzo, nato a Verzino (Kr) di 45 anni, residente a Prato, celibe, pregiudicato, imprenditore, ritenuto responsabile di atti persecutori e di Roberto Mendicino, nato a Sambiase (Cz), 55 anni, residente a Prato, coniugato, incensurato, vice ispettore della Polizia di Stato, effettivo all’ufficio motorizzazione della Questura di Prato, ritenuto responsabile di peculato d’uso e truffa aggravata ai danni dello Stato.

Entrambi sono ritenuti perseguibili per corruzione per l’esercizio della funzione in concorso.

Rizzo nel periodo tra luglio e settembre del 2019 ha rivolto richieste di favori sessuali, anche con minacce, alla ex e, per ambedue, s’appurava che il poliziotto dal settembre al novembre 2019 gli procurava favori personali (visure banca dati Ff.Pp, rilascio celere passaporti), anche a beneficio di amici, ottenendo in cambio regali (buoni carburante, macchine per caffè e l’uso di locali del Rizzo per appartarsi con l’amante) e infine a carico dell’ispettore, nel periodo da ottobre a novembre 2019 sono emerse condotte abituali riferite all’utilizzo durante l’orario di servizio di autoveicoli dell’amministrazione per fare acquisti per suo conto, trasportare la moglie, appartarsi con l’amante, consegnare beni ordinati sul web a favore di amici.

Mendicino è risultato responsabile anche di turbativa d’asta in concorso con Michele Aucello, nato a San Marco in Lamis (Fg) di 62 anni, residente a Carmignano, coniugato, titolare della carrozzeria 2000 Srl, al quali il  Gip di Prato ha applicato la misura di divieto temporaneo di contrattare con la pubblica amministrazione poché il 30 ottobre scorso il poliziotto in qualità di componente tecnico della commissione del servizio di riparazione veicoli della locale Questura informava Aucello del contenuto delle offerte d’altri partecipanti a specifica gara d’appalto, onde fargli aggiudicare il contratto di riparazione delle vetture di servizio della Polizia di Stato.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità