Pistoia, chiude temporaneamente Palazzo Fabroni

Lavori di ristrutturazione delle sale del pianoterra e del giardino, svuotati completamente gli spazi dal materiale che verrà trasferito alla San Giorgio

Pistoia, chiude temporaneamente Palazzo Fabroni
Cronaca Pistoia, 31 Gennaio 2019 ore 14:39

In atto un progetto di recupero della porzione del pianoterra di Palazzo Fabroni, a cura del Comune di Pistoia, con l'ausilio di contributi economici derivanti dai fondi europei di sviluppo della regione e della Fondazione Cassa di Risparmio. Il Museo del Novecento e del Contemporaneo di Pistoia chiuderà dal 4 febbraio fino a conclusione dei lavori.

 

Le novità post ristrutturazione

 

Da lunedì 4 febbraio Palazzo Fabroni, Museo del Novecento e del Contemporaneo di Pistoia, chiude temporaneamente al pubblico per lo svuotamento completo degli spazi e lo smontaggio del bookshop, oltre al trasloco di materiali e attrezzature della litografia comunale che dal giardino di Palazzo Fabroni saranno trasferiti in alcuni locali della biblioteca San Giorgio, in vista dei lavori di ristrutturazione delle sale del pianoterra e del giardino. Il progetto di recupero della porzione del pianoterra di Palazzo Fabroni, a cura del servizio lavori pubblici del Comune di Pistoia, prevede una nuova collocazione della biglietteria/bookshop e la realizzazione di nuovi spazi a funzione museale, di nuove uscite d’emergenza e rampe di collegamento per l’adeguamento alle normative di sicurezza e per l’accesso dei disabili, di interventi utili a integrare l’impiantistica. Insieme alla riconfigurazione estetico-funzionale del giardino, l'intervento è uno dei due lotti in cui si articola il progetto infrastrutturale denominato “Recupero estetico e funzionale di Palazzo Fabroni” e finanziato, oltre che dal Comune di Pistoia, con contributi sui fondi europei di sviluppo regionale POR FESR – Regione Toscana 2014-2020 – per l’area di intervento “Arte Contemporanea” e della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia.