Cronaca

Pieve a Nievole, rimandato il consiglio comunale

Caos al comune di Pieve a Nievole, manca il numero legale, tutto rimandato alla seconda convocazione. M5S attacca gli avversari assenti tramite comunicato

Pieve a Nievole, rimandato il consiglio comunale
Cronaca Pistoia, 16 Gennaio 2019 ore 11:21

Grosse polemiche del M5S a seguito del consiglio comunale che avrebbe dovuto svolgersi in data 15 gennaio 2019 a Pieve a Nievole e che invece è saltato causa assenza del numero minimo di presenti necessario all'inizio della seduta: per il Movimento un chiaro stato di cattiva salute della maggioranza che sostiene il sindaco.

Salta il consiglio di Pieve a Nievole

Questa la nota diffusa dal M5S riguardo all'accaduto.

Nel consiglio comunale di Pieve a Nievole di martedì 15 gennaio 2019 è mancato il numero legale. Vari membri della maggioranza hanno evidentemente deciso di non partecipare a questa seduta.
Chiacchiere a zero, la disfatta politica è sul tavolo; la sindaca Gilda Diolaiuti è sotto scacco, ostaggio delle correnti che la sostenevano e di chissacchì, del suo partito che affonda, la trascina con sé. Tra gli assenti il vicesindaco Salvatore Parrillo e i consiglieri Bruno Maccioni e Giuseppe Mezzatesta.
Le fazioni del Partito Democratico considerano evidentemente più importanti le loro diatribe interne che il corretto svolgimento della vita istituzionale. Così tutti i consiglieri delle opposizioni, compresi i due del Movimento 5 Stelle Pietro Dezio e Roberto Pantani, hanno deciso di rendere evidente la mancata autosufficienza della maggioranza di centrosinistra.
Seduta in alto mare, è stata quindi necessario rimandarla alla seconda convocazione da parte della presidente del Consiglio Comunale, Loredana Terranova, anche lei disorientata tra le onde.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter