cronaca

Operazione contro pedopornografia online a Firenze

Alcuni dei commenti rilevati dagli inquirenti parlavano di "bambine di 12 anni, la più piccola ne avrà tipo 5".

Operazione contro pedopornografia online a Firenze
Prato, 01 Agosto 2020 ore 13:09

Operazione contro pedopornografia online a Firenze

 

Denunciate nove persone dalla polizia postale con l’accusa  di divulgazione, cessione, detenzione di materiale pedopornografico e istigazione a delinquere aggravata. Le indagini hanno avuto origine dall’analisi eseguita sul telefono cellulare di un soggetto perquisito per fatti analoghi su cui sono stati rinvenute chat, immagini e video a carattere pedopornografico, con il coinvolgimento anche di bambini in tenerissima età.

Al termine delle indagini, la Polizia postale di Firenze ha identificato le persone coinvolte e verso le quali il procuratore aggiunto ha emesso i decreti di perquisizione. Gli stessi soggetti all’interno della chat si scambiavano consigli su come reperire il materiale, eludere i controlli delle forze dell’ordine e cancellare le proprie tracce.

 

Analizzando il telefono di uno dei nove, è emersa la presenza di un canale Telegram dove per accedere ai contenuti pedopornografici era richiesto un pagamento di 15 euro. Alcuni dei commenti rilevati dagli inquirenti parlavano di “bambine di 12 anni, la più piccola ne avrà tipo 5”, o esortavano gli altri utenti a mandare “tutti i video pedo che hai”.

 

Le perquisizioni, coordinate dal Centro protezione dei minori del Servizio polizia postale di Roma, sono state eseguite in Toscana, a Firenze e Lucca, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio e Sicilia. Il più anziano del gruppo ha compiuto da poco 55 anni, il più giovane ne ha soltanto 19.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità