Empoli

Operaio cade della finestra e muore. La Lega: "Urge fare di più per scongiurare il ripetersi di tali drammatici eventi”

Per la Lega pur nell'attesa di conoscere esattamente la dinamica dell'incidente il dibattito nella sicurezza nei luoghi di lavoro è una priorità assoluta.

Operaio cade della finestra e muore. La Lega: "Urge fare di più per scongiurare il ripetersi di tali drammatici eventi”
Cronaca Val d'Elsa, 12 Agosto 2021 ore 12:47

Operaio cade della finestra e muore. La Lega: "Urge fare di più per scongiurare il ripetersi di tali drammatici eventi”

Tragedia ieri a Empoli, nella frazione di Santa Maria. Stava lavorando al secondo piano di una palazzina dove erano in corso lavori edili quando è precipitato.

E' morto così, a Empoli, un operaio albanese di 34 anni. Quando sono arrivati i soccorsi del 118, l'uomo era già deceduto.

Da quanto si apprende il cadavere è stato trasferito all'istituto di Medicina legale di Careggi, a disposizione per l'autopsia.

L'intervento della Lega

"Siamo profondamente addolorati per la morte dell'operaio trentaquattrenne precipitato da una finestra ad Empoli mentre stava lavorando. Pur nell'attesa di conoscere esattamente la dinamica dell'incidente il dibattito nella sicurezza nei luoghi di lavoro è una priorità assoluta - dichiarano congiuntamente i consiglieri metropolitani leghisti del gruppo Centro-destra per il cambiamento Alessandro Scipioni e Cecilia Cappelletti insieme al capogruppo della Lega Salvini Premier di Empoli Andrea Picchielli ed al consigliere regionale della Lega Elisa Tozzi.

”In Toscana si sono verificati troppi incidenti sul lavoro nel corso di quest'anno. Ovviamente dobbiamo attendere che la magistratura chiarisca la dinamica dell'accaduto. Ma purtroppo va comunque rilevato che Luana D'Orazio, simbolo dell'iniquità di vedere troncata una giovane vita mentre sta svolgendo un'attività professionale, purtroppo non è l'unico tragico caso.

“Sono fermamente determinata-afferma il Consigliere regionale Elisa Tozzi-a chiedere massimo impegno in Consiglio regionale per garantire la sicurezza sul posto di lavoro. È un dovere di civiltà preoccuparsi dell'incolumità di coloro i quali mandano avanti le loro famiglie e questo Paese che devono essere assolutamente tutelati, apportando tutte le misure necessarie a garantire la loro incolumità e il loro benessere nei luoghi e negli orari di lavoro".