Montemurlo, Palazzo Comunale sarà reso antisismico

I lavori saranno effettuati utilizzando una tecnica innovativa, Montemurlo sarà uno dei primi comuni toscani a sperimentarla

Montemurlo, Palazzo Comunale sarà reso antisismico
Cronaca Prato, 27 Febbraio 2019 ore 17:08

Approvato il progetto esecutivo per la realizzazione dei lavori al Palazzo Comunale di via Toscanini che verrà presto reso completamente antisismico grazie ad una nuova tecnologia ingegneristica. Su ciascuno dei pilastri che reggono la struttura verranno applicati degl isolatori sismici. L'assessore ai lavori pubblici, Simone Calamai si è espresso riguardo ai lavori: «Lavorare alla messa in sicurezza del palazzo di via Toscanini, in caso di emergenza ci consentirà di rispondere alle esigenze della popolazione con più efficienza e velocità."

 

Ass. Calamai: "Un progetto che ancora una volta punta a valorizzare e mettere in sicurezza il patrimonio pubblico"

 

 

Il palazzo comunale di via Toscanini sarà reso completamente antisismico attraverso l'utilizzo di una tecnologia ingegneristica innovativa. A livello di fondazioni su ciascuno dei pilastri che reggono la struttura, infatti, saranno applicati degli isolatori sismici, che impediranno il propagarsi delle onde sismiche ai livelli superiori del palazzo. In Toscana si tratta di uno dei primi interventi mai realizzati utilizzando questa tecnologia, per altro già sperimentata con successo in zone che, purtroppo, hanno vissuto gli effetti devastanti del terremoto, come L'Aquila in Abruzzo. In questi giorni, infatti, è stato approvato il progetto esecutivo dell'intervento di adeguamento sismico del palazzo di via Toscanini, i cui lavori partiranno entro l'estate. L'intervento, del valore complessivo di 1 milione e 250 mila euro, è stato finanziato per 950 mila euro con fondi regionali sulla messa in sicurezza degli edifici pubblici strategici che, in caso di calamità, devono diventare vere e proprie basi operative per gestire l'emergenza(i restanti 300 mila euro sono fondi comunali). Nel palazzo di via Toscanini si trovano uffici comunali molto importanti: dall'anagrafe, all'ufficio lavori pubblici, all'urbanistica e, in caso di necessità, anche la protezione civile comunale farà base nell'edificio per coordinare e lavorare a stretto contatto con servizi strategici in caso di emergenza.« Uno dei vantaggi dell'utilizzo di questa tecnica innovativa è che i lavori non comporteranno disagi per la cittadini- spiega l'assessore ai lavori pubblici, Simone Calamai – Infatti si lavorerà nella zona del seminterrato senza avere dunque bisogno di spostare gli uffici o avere problemi di logistica. Un progetto che ancora una volta punta a valorizzare e mettere in sicurezza il patrimonio pubblico per garantire il massimo dell'efficienza e della sicurezza e che nasce dalle indagini sulla sicurezza sismica che abbiamo fatto alcuni anni fa e che ci hanno permesso di evidenziare le criticità ma allo stesso tempo di poter accedere a importanti finanziamenti pubblici ». Contestualmente ai lavori di adeguamento sismico, nel seminterrato del palazzo sarà realizzato il nuovo archivio comunale. Inoltre la messa in sicurezza sismica prevederà anche l'alleggerimento del tetto, che sarà sostituito con una copertura in legno più leggera. Grazie a questa ristrutturazione saranno ricavati nuovi uffici nella parte del sottotetto ed anche l'ascensore sarà adeguato per raggiungere il nuovo piano. A questo primo intervento seguiranno altri lavori per l'efficientamento energetico dell'edificio: saranno sostituiti tutti gli infissi, sarà realizzato un cappotto termico sulle pareti esterne e sostituita la caldaia. « Lavorare alla messa in sicurezza del palazzo di via Toscanini, in caso di emergenza ci consentirà di rispondere alle esigenze della popolazione con più efficienza e velocità- conclude l'assessore Calamai- Un lavoro che si può dire che rientra a tutti gli effetti nel piano di protezione civile perché il palazzo, dopo la completa messa in sicurezza, diventerà la centrale operativa per gestire emergenze che ci auguriamo non possano mai accadere».