Il Maggiore Vincenzo Bulla alla guida del Nucleo investigativo dei Carabinieri di Pistoia

Dopo la partenza di Giansaverio Alfieri, alla caserma dei Carabinieri di Pistoia arriva il Maggiore Bulla che ha notevole esperienza in prima linea in Sicilia.

Il Maggiore Vincenzo Bulla alla guida del Nucleo investigativo dei Carabinieri di Pistoia
17 Settembre 2019 ore 18:43

Arriva dalla Sicilia, più precisamente da Piazza Armerina, il nuovo comandante del Nucleo Investigativo dei Carabinieri della caserma di Pistoia al posto di Giansaverio Alfieri: Vincenzo Bulla, 46 anni, ha già notevole esperienza alle spalle nella lotta alla mafia, allo spaccio ed alla prostituzione. Al momento regge anche il comando del Reparto Operativo.

Ai Carabinieri di Pistoia arriva il Maggiore Vincenzo Bulla

Si tratta del Maggiore Vincenzo Bulla, il quale ha acquisito nel corso della carriera un’ampia esperienza all’interno dell’organizzazione territoriale dell’Arma dei Carabinieri, maturata soprattutto in Sicilia. Infatti, proviene dalla Compagnia Carabinieri di Piazza Armerina (EN), che ha retto come Comandante negli ultimi quattro anni, svolgendo in modo particolare indagini in materia di associazione di tipo mafioso dedita ad estorsioni e al traffico di sostanze stupefacenti, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Caltanissetta.

Inoltre ha comandato la Compagnia Carabinieri di Cammarata (AG) svolgendo in modo particolare indagini in materia di prostituzione e stupefacenti, ancora ha comandato la 2° Sezione del Nucleo Investigativo del Gruppo Carabinieri di Monreale, dove si è occupato di importanti e delicate indagini, dirette dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, sulle storiche famiglie mafiose dell’area e, prima ancora, è stato Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sora (FR).

Il Maggiore Bulla, 46 anni, ha frequentato il 39° Corso Applicativo presso la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma, il 5° Corso di Tecniche Investigative presso l’Istituto Superiore di Tecniche Investigative di Velletri e l’8° Corso di aggiornamento sempre presso la Scuola Ufficiali; è laureato in Giurisprudenza con relativa abilitazione all’esercizio della professione di avvocato e, inoltre, ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Sicurezza Interna ed Esterna.

L’ufficiale, che ha sostituito nell’incarico il Tenente Colonnello Giansaverio Alfieri destinato a ricoprire il prestigioso incarico di Insegnante di Tecniche Investigative presso la Scuola Marescialli di Firenze, oltre al Comando del Nucleo Investigativo, per il momento reggerà in sede vacante anche quello di Comandante del Reparto Operativo.

LEGGI ANCHE: Cinquantenne fermato alla guida, tolti 10 punti dalla patente causa alcool

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità