CRONACA

“Libertà vo narrando”, anche il Gruppo storico di Montemurlo tra i protagonisti della rievocazione storica digitale

L'associazione montemurlese partecipa all'iniziativa di promozione della conoscenza del Rinascimento toscano con un video che rievoca i momenti salienti della storica battaglia di Montemurlo del 1537. Appuntamento online alle ore 15 di sabato 20 marzo

“Libertà vo narrando”, anche il Gruppo storico di Montemurlo tra i protagonisti della rievocazione storica digitale
Cronaca Prato, 11 Marzo 2021 ore 17:26

Anche il Gruppo storico di Montemurlo è tra i protagonisti di “Libertà vo’ narrando”, la rievocazione storica digitale per raccontare la Toscana come terra di libertà e di diritti. L’iniziativa, inserita nel calendario di eventi della Festa della Toscana 2020, è stata promossa dall'associazione culturale Scannagallo di Pozzo della Chiana (Arezzo) che ha ideato un’innovativa modalità online per dar seguito al proprio impegno nella promozione e nella conoscenza del Rinascimento anche nell’attuale situazione di emergenza sanitaria. L’appuntamento è fissato per le ore 15 di sabato 20 marzo e prevede una diretta sulla pagina Facebook “Scannagallo” aperta alla libera fruizione di tutti gli utenti del social.

Il famoso verso dantesco

“Libertà vo’ narrando” trae la propria ispirazione dal famoso verso dantesco “Libertà va’ cercando ch’è si cara” e pone le proprie radici in un omaggio al sommo poeta a settecento anni dalla morte come simbolo universale di narrazione ispirata alla libertà. Il pomeriggio si svilupperà attraverso la visione di una serie di video registrati in abiti e luoghi storici ispirati ai fatti avvenuti in Toscana tra il 1530 e il 1555, che hanno anticipato la costituzione del Granducato e la grande stagione dell’affermazione delle libertà tra l’abolizione della pena di morte e la definizione di nuovi diritti.

La narrazione proporrà duelli e dialoghi animati e prenderà il via da Firenze con l’“Assedio di Firenze” rievocato dalla Compagnia Giovanni dalla Bande Nere. Successivamente la storia si sposterà alla Rocca di Montemurlo, dove il 1 agosto 1537 si affrontarono le truppe medicee di Cosimo I, appoggiate dalla Spagna, e i fuoriusciti repubblicani capeggiati da Baccio Valori e Filippo Strozzi, sostenuti dai francesi. Impegnati nel video 14 personaggi in abiti storici del Gruppo storico che ridaranno vita ad alcuni dei protagonisti della battaglia Cosimo I, i capitani Alessandro Vitelli e Pirro Colonna, la fazione dei fuoriusciti con Baccio Valori, Filippo e Piero Strozzi e tanti altri ancora.«Purtroppo con pandemia anche il Gruppo storico si è dovuto reinventare. Il video e la diretta Facebook per noi rappresentano nuove modalità far conoscere la storia del territorio- spiega la presidente del Gruppo Storico, Tiziana Giagnoni- Una prima esperienza di cui faremo tesoro per promuovere anche altri progetti legati alla storia e alla conoscenza della battaglia che ha cambiato la storia della Toscana». Soddisfazione anche da parte dell'assessore alla cultura del Comune di Montemurlo Giuseppe Forastiero che dice:« Nonostante il Covid, il Gruppo Storico continua a dare valore alla storia del territorio con questa bella iniziativa online che mette insieme mezza Toscana. Anche la rievocazione storica rappresenta una delle nostre eccellenze e sono certo che possa essere un buon modo per fare promozione turistica».

La narrazione prosegue al castello di Marciano della Chiana dove l’associazione Scannagallo proporrà le vicende che ruotano attorno alla battaglia di Scannagallo del 1554 che ha portato alla vittoria dell’esercito mediceo sulla Repubblica di Siena, mentre la conclusione sarà a Siena dove il cantastorie messer Lurinetto narrerà “L’assedio e la caduta di Siena”. I quattro episodi saranno coordinati da un cronista che introdurrà la visione e racconterà i fatti storici, mentre i rievocatori di ogni compagnia risponderanno alle domande di carattere storico da parte degli utenti connessi.