La polemica social

Invettiva social di Fedez contro il critico d’arte Tomaso Montanari

Continua a far discutere la presenza di Chiara Ferragni alla Galleria degli Uffizi

Invettiva social di Fedez contro il critico d’arte Tomaso Montanari
Piana Fiorentina, 18 Luglio 2020 ore 15:36

La presenza dell’influencer Chiara Ferragni alla Galleria degli Uffizi di Firenze per un servizio fotografico ha acceso le polemiche.
La nota influencer, seguita da milioni di follower sui social, è stata paragonata dalla direzione degli Uffizi ad una divinità contemporanea nell’era dei social. Apriti cielo.

Oggi Fedez, il marito della Ferragni, si è scagliato contro il critico d’arte Tomaso Montanari, attuale consigliere speciale del Sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi. Il professore ha firmato un articolo sul Fatto Quotidiano precisando come la venere Chiara abbia ridotto Botticelli a tormentone social per poi aggiungere: “il problema non è Chiara Ferragni, il problema sono gli Uffizi. L’influencer di Cremona fa il suo mestiere, e lo fa anche assai bene. Ma la domanda è: è giusto, sensato, saggio, che la Galleria degli Uffizi metta tutta la sua arte e la sua storia al servizio della Ferragni?”

La dura replica di Fedez 

L’articolo ha suscitato la dura reazione di Fedez che tramite i social si è riferito direttamente all’autore dell’articolo con una lunga invettiva.

“Tormentone social? Lo crea Chiara Ferragni o viene creato con inutili polemiche da acclarati critici d’arte? – si chiede Fedez – tutti gli indignati che parlano non sanno perché Chiara Ferragni sia andata agli Uffizi per un servizio fotografico. Farsi una foto significa, addirittura, profanare l’arte? Tutti i turisti si scattano una foto davanti alla loro opera d’arte preferita ed oggi le priorità e le questioni sulle quali indignarsi dovrebbe essere altre.   Io vengo da studi alle spalle di storia dell’arte, ho vinto a 16 anni una borsa di studio in fondazione Pomodoro (oggi chiusa). La cappella Sistina e gli Uffizi non erano mai stati in tendenza su Twitter e grazie alle offese che si è presa mia moglie siamo riusciti a portare in alto l’arte italiana. Basta polemiche inutili, mia moglie non è andata a promuovere gli Uffizi e presto sarà comunicato il progetto che ha reso necessaria la sua presenza presso la galleria museale. Aspettate dunque ad indignarvi, Chiara Ferragni non è stata pagata per fare la promozione degli Uffizi”.

Ancora una volta la presenza dell’influencer ha spaccato in due il mondo dei commentatori social. Adesso non ci resta che aspettare per conoscere le vere ragioni che hanno portato la Ferragni a Firenze in mezzo alle opere d’arte che il mondo ci invidia.

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità