Incendio a Bacchereto: il Sindaco ringrazia carabinieri, Vigili del fuoco e Vab

Prestanti: "Ricordo che fino al 10 ottobre sono vietati abbruciamenti e accensione di fuochi”.

Incendio a Bacchereto: il Sindaco ringrazia carabinieri, Vigili del fuoco e Vab
Prato, 29 Settembre 2018 ore 17:06

Incendio a Bacchereto: il sindaco ringrazia carabinieri, vigili del fuoco e vab che sono riusciti a intervenire velocemente per spegnere le fiamme e risalire al colpevole.

Incendio a Bacchereto: il sindaco ringrazia carabinieri, vigili del fuoco e vab

“Grazie ai Carabinieri della Stazione di Carmignano per essere riusciti ad individuare in breve tempo il responsabile dell’incendio divampato ieri mattina in un’oliveta a Bacchereto, e grazie anche ai Vigili del Fuoco, alla Vab e a tutti i volontari intervenuti per il grande lavoro svolto”, così il sindaco Edoardo Prestanti interviene in merito all’operazione portata a termine dai militari dell’arma di Carmignano.

“Le fiamme hanno mandato in fumo un ettaro di terreno a causa molto probabilmente dell’imperizia e della negligenza di un coltivatore nell’abbruciamento di alcuni residui vegetali sul proprio terreno – prosegue il primo cittadino –, a questo si sono aggiunte anche le condizioni del suolo favorevoli al divampare dell’incendio. Fortunatamente il rogo è stato domato velocemente e nel giro di poche ore la situazione è tornata alla normalità, senza creare danni a persone e abitazioni, ma è stata deturpata una parte del nostro patrimonio ambientale”.

Il sindaco ricorda dunque ancora una volta che la Regione Toscana, a causa del vento forte previsto anche nei prossimi giorni, ha istituito un nuovo periodo a rischio incendi. Il sindaco ricorda:

“Fino al 10 ottobre è vietato l’abbruciamento di residui forestali e l’accensione di fuochi in tutta la Regione e quindi anche nel nostro territorio. Tutti dobbiamo fare attenzione e rispettare questa ordinanza, perché tutelare il bosco e gli spazi aperti significa proteggere la nostra salute. Vorrei ricordare a tal proposito il devastante incendio che ha colpito il Monte Serra lunedì scorso, una vera e propria ‘apocalisse ambientale’ causata da una ‘mano’ che si è resa responsabile di un crimine verso uno dei polmoni della nostra terra e che ha così sferrato un terribile colpo alla natura e alla salute di una intera comunità. Esprimo tutta la mia e la nostra solidarietà alle comunità colpite, agli sfollati e a tutti coloro che sono intervenuti sul territorio per spegnere quel devastante rogo e aiutare la popolazione. L’amore e il rispetto nei confronti di tutto quello che ci circonda sono l’unica via percorribile per salvaguardare i nostri territori”.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità