Campi Bisenzio

Gkn, la viceministro Todde ha visitato lo stabilimento di Campi

Secondo la viceministra lo Stato tratta con chi ha il potere di trattare.

Gkn, la viceministro Todde ha visitato lo stabilimento di Campi
Cronaca Piana Fiorentina, 15 Luglio 2021 ore 19:48

Gkn, la viceministro Todde ha visitato lo stabilimento di Campi

Si è svolto oggi il tavolo Gkn presieduto dalla ViceMinistra Todde a cui hanno partecipato il Ministero del Lavoro, la Regione Toscana, il Comune di Firenze, il comune di Campi Bisenzio, l’azienda - Gkn Driveline Firenze S.p.A -, Confindustria Firenze ed i sindacati. Dopo il lungo incontro e la conferenza stampa in Prefettura la viceministra Todde, accompagnata dal prefetto di Firenze e dal sindaco Emiliano Fossi, si è recata a Campi Bisenzio per visitare lo stabilimento Gkn e colloquiare con gli operai presenti al presidio.

Il commento ufficiale

“Non mi è mai capitato durante un tavolo istituzionale di confrontarmi con un avvocato dell’azienda e non con il management”, ha dichiarato la Viceministra Todde a margine dell’incontro.

“Dire - come ha fatto l’avvocato dell’azienda in rappresentanza dei vertici - che quello di oggi non è il tavolo preposto a trattare, ma che avrebbero convocato i sindacati in un altro contesto, è una gravissima mancanza di rispetto. Gknnon è una crisi industriale, e l’azienda ne è consapevole, ma è una vertenza in cui si sta parlando di problemi legati a tematiche finanziarie: lo stabilimento è stato trasformato in un prodotto finanziario. Porteremo avanti tutte le iniziative opportune, insieme alle varie Istituzioni, ed il confronto con le parti sociali, perché quello di oggi da parte dell’azienda non è un atteggiamento corretto nel metodo e nel merito”, aggiunge.

“Prendo atto del comportamento irrispettoso dell’azienda, che era stata invitata ufficialmente in presenza e ha deciso volutamente di non presentarsi e di collegarsi in remoto, e del fatto che ci sia la volontà di chiudere uno stabilimento licenziando centinaia di persone non per problemi legati al prodotto o al piano industriale. Una cosa va detta con chiarezza: lo Stato tratta con chi ha potere di trattare e la parola responsabilità fa parte del vocabolario delle aziende che si siedono al tavolo delle Istituzioni. In una negoziazione i conti si fanno alla fine, lavoreremo in sinergia con tutte le Istituzioni per trovare una soluzione concreta per la città e per i lavoratori. Il tavolo sarà riconvocato in tempi brevi”, conclude Todde.

GUARDA LE FOTO

4 foto Sfoglia la gallery