Cronaca
Firenze

Controlli a tappeto dei Carabinieri in varie aree del territorio

Numerose le perquisizioni personali eseguite: ecco tutti gli esiti.

Controlli a tappeto dei Carabinieri in varie aree del territorio
Cronaca Firenze, 20 Settembre 2022 ore 16:05

Controlli a tappeto dei Carabinieri in varie aree del territorio

Nel corso della giornata di ieri, i Carabinieri del Comando Provinciale di Firenze, supportati dal nucleo cinofili, hanno eseguito un servizio coordinato ad alto impatto in alcune zone della città che da diverso tempo sono interessate dalla presenza di numerosi soggetti di interesse operativo, sospettati di poter detenere materiale illecito.

I militari, divisi in aliquote in abiti civili e squadre di supporto in uniforme, hanno battuto contemporaneamente più zone, denunciando ed arrestando soggetti per vari reati. Preziosa in tutte le aree ove hanno operato i militari è stata la presenza delle unità cinofile dell'Arma che hanno aiutato gli operatori a scovare diversi imboschi di droga che gli spacciatori utilizzano per non farsi sorprendere con lo stupefacente addosso.

In particolare si sono distinti per tenacia e bravura i cani Batman, che è riuscito a scovare la droga nascosta in tante aiuole dei giardini della Fortezza da Basso, delle Medaglie d'Oro e Parco delle Cascine, e Goran, austera unità cinofila da Ordine Pubblico che ha garantito una cornice di totale sicurezza ai militari operanti facendo desistere da eventuali propositi di fuga i soggetti controllati. Nel corso dell'attività, i militari dell'Arma hanno denunciato un 23enne peruviano per evasione: l'uomo, già ristretto in regime di detenzione domiciliare presso la propria abitazione, alla vista dei Carabinieri, aveva tentato invano di allontanarsene in via Baracca, per sottrarsi ai controlli.

Denunciati anche un 55enne tunisino ed un 45enne senegalese: durante le verifiche nei pressi di Piazza Vittorio Veneto, il primo ha fornito una falsa identità; il secondo, invece, si è rifiutato di fornire le proprie generalità.

Numerose le perquisizioni personali eseguite

Nei pressi di Porta a Prato un 23enne gambiano è stato sorpreso in possesso di uno spray urticante e denunciato per porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere; la bomboletta di spray, il cui uso è già stato riscontrato nel passato anche per perpetrare rapine, aggressioni e regolamenti tra rivali, è stata sottratta al soggetto, già peraltro noto alle Forze dellOrdine, e sequestrata.

Nel corso del servizio, i militari hanno poi identificato numerosi stranieri che si intrattenevano nei luoghi di maggiore aggregazione senza documenti di identificazione, fotosegnalandoli. Per un 41enne tunisino, irregolare, è scattata una denuncia per ingresso e soggiorno illegale nel territorio nazionale. I controlli sono proseguiti anche in serata, quando i militari hanno sorpreso un 30enne gambiano che transitava a piedi in viale degli Olmi: l'uomo era ricercato da Febbraio scorso per essere sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Firenze per reati contro il patrimonio, la fede pubblica ed in materia di armi, accertati dai Carabinieri nella zona di Santa Maria Novella. Arrestato, altresì, in via Cassuto, un ucraino 53enne, già con precedenti, in evidente stato di ebrezza che ha aggredito i Carabinieri del Nucleo Radiomobile, con calci e pugni, intervenuti per una lite in corso.

L'uomo è stato tratto in arresto in flagranza di reato per lipotesi di resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali.

Denunciato inoltre, presso l'Esselunga di via di Novoli, un rumeno, classe 89, già noto e con precedenti specifici, il quale, segnalato quale persona molesta ed in evidente stato di ebrezza alcolica, ha assunto un atteggiamento oltraggioso nei confronti dei Carabinieri intervenuti.

In particolare, li ha offesi, opponendo resistenza al controllo. Particolare attenzione è stata infine rivolta al controllo circa il rispetto delle norme di cui al Codice della Strada e al monitoraggio dei veicoli in transito nei quartieri monitorati: 14 gli automobilisti sanzionati e 3 patente ritirata. Il bilancio complessivo del servizio è di un arresto, 6 denunce, 91 persone e 43 veicoli controllati e di un soggetto sottoposto al divieto di dimora ed allontanato dal Comune di Firenze.

Oltre 2 etti di hashish, frazionati in più dosi già pronte per la vendita sul mercato fiorentino che sono stati sequestrati.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter