Carmignano, al via le iscrizioni al viaggio della legalità

Il comune pratese in collaborazione al "Progetto Suellen" offre a due giovani carmignanesi un percorso alla conoscenza della storia della mafia

Carmignano, al via le iscrizioni al viaggio della legalità
Cronaca Prato, 23 Gennaio 2019 ore 14:28

L'amministrazione comunale di Carmignano con in testa l'assessore alla Pubblica Istruzione Tamara Cecconi ha aderito al viaggio promosso dall'associazione "Progetto Suellen" per permettere a due giovani cittadini del comune di compiere un percorso culturale alla conoscenza della storia della mafia. Al viaggio organizzato tra il 6 e il 9 maggio, interamente pagato dal Comune pratese, si può aderire inviando la propria domanda all'ufficio competente del comune entro il 4 di febbraio. L'estrazione dei due partecipanti avverrà il giorno stesso nei locali comunali.

"Un'esperienza importante per lo sviluppo della conoscenza"

Un viaggio tra cultura e legalità nella Sicilia occidentale: l’associazione di promozione sociale “Progetto Suellen” organizza dal 6 al 9 maggio il “Viaggio della legalità”. Quattro intense giornate per far conoscere ai giovani la storia della mafia e delle persone vittime di crimini mafiosi, promuovere nuove sensibilità verso temi di legalità e cittadinanza attiva e far scoprire una terra meravigliosa e ricca di cultura. L’amministrazione comunale di Carmignano darà la possibilità a due giovani residenti nel Comune, di età compresa tra i 18 e i 29 anni, di partecipare al viaggio coprendo loro le spese. Una volta tornati sarà poi chiesto loro di condividere l’esperienza fatta in occasioni appositamente organizzate. Per partecipare è necessario inviare la domanda all’Ufficio Protocollo del Comune (piazza G. Matteotti 1 – lunedì e giovedì: 8:30 – 15:30; martedì, mercoledì e venerdì: 8:30 – 12:30) entro le 12,30 di lunedì 4 febbraio.

“Nostra prerogativa è quella di svolgere funzione di stimolo per far conoscere, soprattutto alle giovani generazioni, la storia della mafia e delle persone vittime di crimini mafiosi – spiega l’assessore alla Pubblica Istruzione Tamara Cecconi -. Abbiamo fin da subito aderito a questa iniziativa promossa dall’associazione Progetto Suellen e intendiamo dare la possibilità anche ai giovani carmignanesi di partecipare a questo viaggio a Palermo e provincia per raccontare la storia della Sicilia, delle sue bellezze naturali, dei terreni confiscati alla mafia e alla criminalità organizzata e dati poi allo Stato e alle Cooperative, che stanno facendo un intenso lavoro per renderli produttivi e favorire un lavoro onesto. Invito quindi i giovani a partecipare, sarà sicuramente un’esperienza molto importante per lo sviluppo di una conoscenza civica improntata ai valori della legalità”

Il Viaggio della legalità nasce da un’esperienza fatta nel 2016 e 2017 quando l’associazione Progetto Suellen ha incontrato il presidio di Libera Giuseppe Di Matteo e Mario Nicosia e le istituzioni di San Giuseppe Jato, lì dove si trova il giardino della memoria, luogo dedicato a Di Matteo e a tutti i bambini e ragazzi uccisi dalla mafia. Prima del viaggio saranno organizzati degli incontri nella sede dell’associazione Progetto Suellen per illustrare il lavoro delle cooperative di Libera Terra.

Durante il viaggio in Sicilia i partecipanti avranno la possibilità di visitare Palermo e i luoghi della memoria, San Giuseppe Jato, Portella della Ginestra, Cinisi e la casa museo di Peppino e Felicia Impastato. In programma poi un laboratorio al Giardino della Memoria e incontri con studenti e insegnanti locali. Il programma dettagliato del viaggio e la domanda di partecipazione sono scaricabili dal sito del Comune di Carmignano. In caso di richieste di partecipazione superiori a due, si procederà all’estrazione dei partecipanti lunedì 4 febbraio alle 15 in una sala del palazzo comunale. Per informazioni: Ufficio Scuola tel 055 8750212; scuola@comune.carmignano.po.it .