ANNI DI CONTROLLI

Cane sequestrato a Campi Bisenzio

Tutto ha avuto inizio da un controllo del 2016.

Cane sequestrato a Campi Bisenzio
Cronaca Piana Fiorentina, 14 Aprile 2021 ore 12:14

Un cane meticcio femmina veniva detenuto nel Comune di Campi Bisenzio, in uno spazio angusto in un recinto fatiscente senza una condizione socievole di contatto umano, queste sono le precarie condizioni che furono rilevate dagli agenti del Nucleo Provinciale Guardie Zoofile ENPA nel mese di luglio 2016.

Cane sequestrato a Campi Bisenzio

Da quella data e successivamente nel corso degli anni 2017, 2018, 2019 si sono susseguiti molteplici controlli ai fini del benessere dell’animale prescrivendo al proprietario, un cittadino di Campi Bisenzio, le dovute migliorie per la stabulazione e la socializzazione dell’animale, nonostante le sanzioni amministrative successivamente contestate al possessore proprio per le inadempienze alle dovute prescrizioni e non oblate, il Sindaco di Campi Bisenzio nell’anno 2020 emise apposita Ordinanza Ingiunzione per sanare la situazione degli inadempimenti rilevati nel tempo e mai eseguiti.

Anche l’Ordinanza non fu rispettata, il cane rimase in quel luogo, con lievi miglioramenti ma sempre nelle condizioni di criticità per la salute dell’animale che dimostrava i evidenti sintomi di stress dovuti alla forzata stabulazione e la mancata socializzazione con le persone e di conseguenza con gli animali.

Alle inadempienze e alla mancata inottemperanza dell’Ordinanza del Sindaco fu inoltrato il corposo dossier sui rilevamenti effettuati nel corso del tempo alla competente Procura della Repubblica di Firenze ai fini della valutazione dei fatti, ovvero se risultasse l’ipotesi di reato di cui all’art. 727 com. 2 del C.P. nonché alla omissione di ottemperare all’Ordinanza disposta dalla competente Autorità Amministrativa, prevista e punita dall’art. 650 del C.P.

Al canile

Il magistrato ritenuto fondati gli indizi rilevati dalla polizia giudiziaria disponeva con proprio Decreto l’ispezione dei luoghi e il conseguente sequestro dell’animale.

Le operazioni disposte dalla Autorità Giudiziaria venivano eseguite nel mese di marzo del c.a. unitamente ad Agenti e Ufficiali di P.G. della Polizia Municipale di Campi Bisenzio e Agenti di P.G. del Nucleo Guardie Zoofile ENPA.

Il cane sottoposto a sequestro veniva consegnato in custodia giudiziaria presso un canile convenzionato, rimanendo questo a disposizione della Autorità Giudiziaria per successivi e eventuali sviluppi.