Bruciano rifiuti speciali, colti sul fatto dai forestali

E' accaduto a Bargino, frazione di San Casciano in Val di Pesa. Rischiano fino a sei anni di carcere.

Bruciano rifiuti speciali, colti sul fatto dai forestali
Chianti Fiorentino, 24 Agosto 2019 ore 13:37

I carabinieri forestali di San Casciano in Val di Pesa, in un’operazione congiunta con la Polizia municipale dell’Unione Comunale del Chianti Fiorentino, hanno denunciato due persone che bruciavano rifiuti a Bargino.

Nel primo accertamento hanno sorpreso un uomo che in un’area recintata vicino a un capannone dismesso stava bruciando traversine ferroviarie e pezzi di infissi di vario genere. I militari gli hanno contestato lo smaltimento di rifiuti speciali pericolosi tramite abbruciamento. Poche ore dopo, sempre a Bargino, lungo la via Cassia per Siena, i forestali hanno visto una colonna di fumo innalzarsi da un cantiere edile. Lì hanno sorpreso un operaio che stava smaltendo in modo non consono rifiuti speciali non pericolosi. I due «bruciatori» rischiano da 3 a 6 anni per la combustione di rifiuti speciali pericolosi e da 2 a 5 per la combustione illecita di rifiuti speciali non pericolosi. Per entrambi, sanzione amministrativa di 240 euro.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità