Attualità
L'EVENTO

Poste Italiane celebra i suoi 160 anni

La festa di compleanno della rete che da sempre unisce il Paese si è tenuta giovedì al centro congresso della Nuvola. Presente anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Poste Italiane celebra i suoi 160 anni
Attualità 05 Maggio 2022 ore 12:03

Il presidente Sergio Mattarella, ministri, sottosegretari, parlamentari, sindaci e istituzioni di ogni genere giovedì hanno celebrato il compleanno di Poste Italiane al centro congresso della Nuvola. Una rete che unisce il Paese da 160 anni. E sono i numeri che raccontano meglio di tante parole questa straordinaria realtà: 12.800 uffici postali, 121.000 dipendenti (54% donne) di cui 15.000 assunti negli ultimi quattro anni, 586 miliardi di euro di attività finanziarie, 3,1 miliardi di investimenti nei prossimi quattro anni.

160 anni di storia in numeri

Un’azienda - che conta 35 milioni di clienti - sempre più moderna con 70 milioni di App scaricate, 22 milioni di Spid (80% del totale delle identità digitali rilasciate), 29 milioni di carte emesse, 6,7 milioni di utenti che ogni giorno visitano il sito. Un gruppo sostenibile che conta 28.000 mezzi green (entro il 2024) con un’offerta energetica 100% green, 50% di prodotti assicurativi e fondi comuni sostenibili, smart building e fotovoltaico con l’obiettivo di diventare azienda carbon neutral entro il 2030. Un colosso che si avvale di una rete logistica articolata: 4 hub, 100 filiali e 1.700 centri di distribuzione anche a supporto di un’attività - quella della consegna pacchi: 250 milioni nel 2021 - in costante crescita.

Le attività di Poste Italiane nel 2021 hanno prodotto un fatturato di 11,2 miliardi di euro che generano impatti significativi su Pil, gettito fiscale, occupazione e reddito delle famiglie: il valore complessivo degli impatti diretti è stato di 12,5 miliardi mentre in termini di gettito fiscale è stato di 2 miliardi, il contributo alla distribuzione di redditi ai lavoratori di 7,3 miliardi coinvolgendo una filiera di 183 mila dipendenti. Il gruppo ha registrato un utile netto di 1,6 miliardi (+31% rispetto al 2020), un risultato operativo di 1,8 miliardi (+21,1%) e ricavi pari a 11,2 miliardi (+6,6%). I ricavi da corrispondenza, pacchi e distribuzione si sono attestati a 3,7 miliardi (+15,1%), quelli dei servizi finanziari sono lievemente diminuiti a 5,5 miliardi (-1,2%) mentre quelli assicurativi sono saliti a 1,9 miliardi (+13,9%).

Il futuro di Poste Italiane

Il gruppo guidato dall’Ad Matteo Del Fante nel marzo 2021 ha lanciato il Piano strategico 2024 Sustain & Innovate con l’obiettivo di massimizzare il valore della propria rete distributiva e diventare il punto di accesso unico per tutte le esigenze dei suoi 35 milioni di clienti. Il piano prevede ricavi in crescita a 12,7 miliardi nel 2024, una politica di dividendi competitiva e sostenibile, oltre 3 miliardi di investimenti. L’azienda vuole diventare il primo operatore nel settore dei pacchi e-commerce, consolidare la propria leadership nei pagamenti digitali e diventare il primo punto di riferimento nei servizi finanziari e assicurativi

Un’azienda che non lascia indietro nessuno: 5.296 con meno di 5.000 abitanti, nessun ufficio postale chiuso, 12 mila nuove cassette, 10 mila impianti di video sorveglianza, 5.700 uffici postali con wi-fi gratuito, 2.650 Comuni serviti dalla nuova flotta Green, 1.600 nuovi ATM Postamat, 3.300 scuole abilitate al programma “Il Risparmio che fa Scuola”, 1.100 barriere architettoniche rimosse.

La notizia originale “Poste Italiane celebra i suoi 160 anni” sul sito newsprima.it

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter