Vinci

Nasce l’associazione internazionale “Le Vie di Leonardo da Vinci”

L’obiettivo è quello di ottenere il riconoscimento di “Itinerario Culturale Europeo”.

Nasce l’associazione internazionale “Le Vie di Leonardo da Vinci”
Attualità Val d'Elsa, 19 Agosto 2021 ore 10:34

Nasce l’associazione internazionale “Le Vie di Leonardo da Vinci”

È nata ormai da tre mesi l’Associazione Internazionale “Le Vie di Leonardo Da Vinci”. Lo scopo primario della sua costituzione è quello di avere il riconoscimento di “Itinerario Culturale Europeo” da parte del Consiglio d’Europa. 

Si tratta di una certificazione rilasciata attualmente a 40 Itinerari, che promuovono in modo condiviso la memoria, la storia e il patrimonio europeo, e diffondono valori fondamentali quali la democrazia, i diritti umani e gli scambi interculturali. 

Il primo Itinerario riconosciuto è stato quello del Cammino di Santiago di Compostela nel 1987, ma tanti sono quelli famosi (la Via Francigena, La Rotta dei Fenici, la Destinazione Napoleone). 

Perché, allora, non creare una rete che unisca e valorizzi il grande Genio, i luoghi dove egli è vissuto, dove sono conservate le sue opere o dove vengono svolte attività a lui legate da parte di enti, scuole, associazioni, musei, università? Chi, se non Leonardo Da Vinci, può contribuire a dare visibilità e valore all’Europa, alle sue radici culturali, storiche, artistiche? 

È finalmente partito il percorso

Ecco che, dopo una preparazione avviata da tanti anni, è finalmente partito questo percorso. L’Associazione, registrata con atto notarile a Vinci il 27 maggio, sta già lavorando su obiettivi legati alla figura di Leonardo per il riconoscimento di “Itinerario Culturale Europeo”: la cooperazione in ricerca e sviluppo; la valorizzazione della memoria, della storia e del patrimonio dell'Europa; gli scambi educativi e culturali per i giovani europei, la cultura contemporanea e la pratica artistica; il turismo culturale e lo sviluppo sostenibile.

I soci fondatori sono 5, tre sindaci e due presidenti di Associazioni, appartenenti a quattro nazioni (Italia, Francia, Slovenia, Turchia): Giuseppe Torchia (Comune di Vinci); Thierry Boutard (Comune di Amboise); Goran Kodelja (Comune di Vipava); Mustafa Tolay (Philosophy, Culture, Art and Science Association, Istanbul); Silvano Guerrini (Associazione italiana per “Le Vie di Leonardo Da Vinci” Insieme Da Vinci). 

“È un monito che ci viene anche da questa pandemia - afferma Silvano Guerrini - se vogliamo non sprecare gli insegnamenti che nascono da una tragedia di queste dimensioni: ripartire dai rapporti umani, dai legami tra i popoli, dall’incontro tra le culture. Leonardo è una via maestra!”.