TOSCANI IN TV

Le Chicche d'Uva di San Casciano ancora campionesse a Reazione a Catena su Rai1

Il trio proveniente da San Casciano in Val di Pesa, provincia di Firenze, è formato da Sofia, Emma e Lucrezia

Le Chicche d'Uva di San Casciano ancora campionesse a Reazione a Catena su Rai1
Pubblicato:
Aggiornato:

Nella puntata di mercoledì 26 giugno 2024, del game show preserale di Rai Uno condotto da Pino Insegno, le campionesse in carica, Le Scatenate - Gianna, Ersilia e Sveva - ricercatrici in neuroscienze da Torino, sono state spodestate dal trio proveniente da San Casciano in Val di Pesa (Firenze) formato da Sofia, Emma e Lucrezia, dal nome Le Chicche d'Uva, nome scelto forse anche come richiamo alla terra del Chianti da dove provengono, famosa in tutto il mondo per il vino.

Chi sono Le Chicche d'Uva?

Due serate da campionesse per le Chicche d'Uva sostenute da tutta San Casciano - e l'affetto sui social e non solo è davvero evidente - ma anche dalla Toscana intera, che stanno rappresentando in modo fantastico alla trasmissione Reazione a Catena di Rai Uno. Anche noi ci siamo affezionati subito alle tre brillanti e simpatiche sancascianesi così abbiamo provato a scoprire qualcosa in più sulle concorrenti.

Di certo ciò che salta fuori dai profili social è il forte legame tra Lucrezia, Emma e Sofia, amiche di lunghissima data con anche una parte di percorso scolastico vissuto insieme - sono tutte e tre nate nel 1998 - che assieme hanno appunto deciso di giocare a Reazione a Catena.

LUCREZIA CELLERINI

Dopo la maturità al liceo scientifico, Lucrezia consegue la laurea triennale in matematica all'Università di Firenze e quella magistrale in scienze statistiche, finanziarie e attuariali all'Università di Bologna. In seguito a diverse esperienze di lavoro, da circa un anno è consulente attuariale presso lo Studio Attuariale CeA.

Lucrezia Cellerini (Fonte foto: profilo Instagram)

EMMA BECAGLI

Conseguita la laurea triennale in lingue e letterature straniere a Firenze ha proseguito gli studi sempre nel capoluogo toscano e sulla stessa materia, con accento sugli studi linguistici e filologici, conseguendo anche la laurea magistrale. Varie esperienze lavorative come hostess e traduttrice prima di diventare travel consultant - ruolo di colei o colui che crea un ponte tra strutture ricettive, tour operator e clienti - per Abercrombie & Kent Italy, dove lavora da oltre un anno.

Emma Becagli (Fonte foto: profilo LinkedIn)

SOFIA GENOVA

Sofia Genova (Fonte foto: profilo Facebook)

Qualche informazione in meno abbiamo sul conto di Sofia, di cui comunque sappiamo che ha studiato giurisprudenza all'Università di Firenze. Come curiosità, possiamo vedere dal suo profilo Facebook che è una grande fan di Tiziano Ferro.

La storia del game show

Reazione a catena - L'intesa vincente è un programma televisivo italiano di genere game show, in onda su Rai 1 dal 2 luglio 2007 nella fascia preserale. È registrato nello studio 2 del Centro di produzione Rai di Napoli, in onda durante il periodo estivo (dal 2022 si è protratto fino al periodo autunnale, mentre nel 2023 si è protratto fino al periodo invernale, terminando il 1º gennaio 2024), in sostituzione del game show L'eredità.

Il game show dal 2007 al 2009 è stato condotto da Pupo, dal 2010 al 2013 da Pino Insegno, dal 2014 al 2017 da Amadeus, nel 2018 da Gabriele Corsi, dal 2019 al 2024 da Marco Liorni e dal 2024 è condotto nuovamente da Pino Insegno

Pino Insegno (Roma, 30 agosto 1959) è un attore, doppiatore, comico, conduttore radiofonico e televisivo italiano

Come si gioca

Il programma ha un forte richiamo all'enigmistica. In tutti i giochi i concorrenti devono scoprire associazioni tra parole e frasi con lo scopo di completare una "catena di parole", in base a significati comuni, proverbi, aforismi, titoli di film o di libri e così via. Il programma richiede dunque ai concorrenti una buona preparazione in materia di cultura generale e una valida padronanza della lingua italiana.

Al gioco partecipano due squadre (distinguibili dai colori blu e arancione, che indicano rispettivamente i campioni in carica e gli sfidanti), ciascuna con un proprio nome, formate da tre persone ciascuna, legate tra loro da un rapporto di amicizia, parentela o appartenenza a determinate categorie di lavoro. Dopo una breve presentazione dei concorrenti, inizia la fase di gioco, composta da otto prove (sette dalla seconda alla quattordicesima edizione, sei nella prima edizione). La squadra che vince la puntata torna in quella successiva in qualità di campione in carica.

La puntata di lunedì 1 luglio 2024

Le Chicche d'Uva, giunte alla quinta puntata, lasciano la palma di campionesse agli sfidanti "I Lucchetti" da Lucca, al termine di un derby toscano molto combattuto. Le simpatiche ragazze di San Casciano tornano a casa con tanti ricordi e la soddisfazione di aver vinto anche alla parola finale.

La puntata di giovedì 27 giugno 2024

Le Chicche d'Uva - nome della squadra composta da Lucrezia, Emma e Sofia - neocampionesse da San Casciano a Reazione a Catena, si sono nuovamente confermate nella loro seconda puntata sul programma in onda su Rai Uno.

Le tre ragazze sono riuscite infatti ad avere la meglio ancora una volta degli avversari "I Fratelli per caso" - Luca, Giacomo e Chiara - nel gioco finale dell'Intesa Vincente al termine di una partita davvero avvincente, fatta di sorpassi e controsorpassi con l'ultima parola proprio per le giovani sancascianesi (72mila a 69mila euro).

I Fratelli per caso si dimostrano comunque molto bravi indovinando 8 parole, ma le campionesse sono tali per un motivo e sfoderano la loro grande chimica all'Intesa Vincente toccando la bellezza di 12 parole indovinate andandosi a giocare la cifra super di 114 mila euro all'Ultima Catena.

Il percorso finale però è sfortunatissimo e gli errori commessi costano pressoché l'intero patrimonio accumulato in precedenza. Le tre sancascianesi arrivano con appena 112 euro all'ultima parola da indovinare, comprano il terzo elemento dimezzando ancora ma quella di ieri è stata una serata no. Poco male, le Chicche d'Uva torneranno ancora a giocare nella prossima puntata.

La puntata di mercoledì 26 giugno 2024

Nel primo gioco Caccia alla parola le Chicche d'Uva riescono a difendersi bene contro le neocampionesse, indovinandone due su sei e mantenendosi comunque a breve distanza con 4mila euro a fronte degli 8 guadagnati dalle avversarie.

Il gioco prevede che si presenti una parola di cui svela solo una lettera e che i concorrenti debbano indovinarla avendo come unico altro indizio il numero delle lettere, mano a mano che si prova ad indovinare, possono essere mostrate altre lettere (in ordine sparso) per aiutare i giocatori.

Lucrezia delle Chicche d'Uva indovina la parola "Pigiama"

Nel secondo gioco Catena musicale viene presentata una piccola porzione di frase con un ritmo, i concorrenti devono indovinare le parole della canzone che sono presentate con la solo iniziale. Indovinata la parola, si ottengono altri indizi musicali.

"Voi cantate?". La domanda di Pino Insegno alle Chicche d'Uva. "Sotto la doccia sì", risponde con una battuta Lucrezia, la "portavoce" della squadra.

Sono Le Scatenate a vincere la prima catena musicale indovinando la canzone Mamma Maria dei Ricchi e Poveri quando mancavano solo due parole. Le tre torinesi dimostrano una volta di più di essere le campionesse nella seconda catena musicale, indovinando Money dei Pink Floyd con ancora tre parole mancanti.

Le due vittorie proiettano le avversarie delle ragazze sancascianesi a ben 32mila contro i loro 14mila. Ma la partita è ancora tutta da giocare, con l'ultimo gioco in ogni caso decisivo.

Le Chicche d'Uva festeggiano dopo aver indovinato la parola

Nel terzo gioco - il Quando, Dove, Come e Perché - Pino Insegno suggerisce delle situazioni e le concorrenti devono completare con l'aggiunta di parole che definiscano meglio ciò che è stato descritto dal conduttore.

La prima parola è indovinata da Le Scatenate ma Le Chicche d'Uva si dimostrano abili e rispondono alla grande indovinando i successivi due quesiti. L'ultimo di essi arrivato dopo numerosi tentativi andati a vuoto da entrambe le parti e conclusosi con un simpatico abbraccio di Pino Insegno ad Emma, una delle ragazze di San Casciano, l'unica ad arrivare alla soluzione ("Gomito").

Il risultato è comunque una situazione di totale equilibrio rispetto al disavanzo precedente: 38mila contro 20mila.

Pino Insegno abbraccia Emma delle Chicche d'Uva

Nel quarto gioco, in cui ogni frase pronunciata da Pino Insegno nasconde la parola da trovare, sono ancora le campionesse a vincere, che salgono così a 46mila euro.

Si passa così alle catene di "Una tira l'altra" che presenta due parole dalla stessa attinenza, spetta ai concorrenti trovare le altre (basandosi su un'unica lettera fornita dagli autori) senza uscire dal tema proposto. Le squadre si fronteggiano in un bel testa a testa che vede prevalere ancora "Le Scatenate" che chiudono avanti 88mila a 53mila.

La situazione prima dell'Intesa Vincente

È tempo dunque dell'Intesa Vincente, l gioco più famoso del programma, nel quale i concorrenti devono far indovinare ad un compagno di squadra una parola suggerendogliela con altri termini.

A partire sono proprio Le Chicche d'Uva che - nonostante i 5 secondi in meno come penalità per aver sbagliato la catena cosiddetta "Zot" - riescono ad indovinare ben 9 parole.

Le Chicche d'Uva durante l'Intesa Vincente

Le campionesse sono costrette a rispondere ad una ottima prova delle sfidanti. La partita si gioca sul filo di lana degli ultimi secondi. Un passo giocato non perfettamente complica la strada e a 2 soli secondi dalla fine, diventa impossibile riuscire ad indovinare l'ultima parola, quella che sarebbe valsa il pareggio. Le Scatenate si fermano a 9 e le Chicche d'Uva sono così le nuove campionesse di Reazione a Catena.

Come tali, si trovano dunque a disputare l'Ultima Catena, giocandosi un montepremi totale di 92mila euro. Dopo una partenza in salita forse anche per un po' di sana emozione e due jolly usati alle prime due parole, le ragazze si sbloccano alla terza. Le due successive parole portano due errori e il montepremi si dimezza. Giunte con 23mila alla chiusura della catena - prima dell'Ultima Parola - un errore le fa arrivare a giocarsi 11.500€.

L'Ultima Parola da indovinare è quella in mezzo a "difesa" e "percorso", quest'ultima ottenuta dopo aver ulteriormente dimezzato. Dopo averci pensato lungamente, le Chicche d'Uva scelgono di giocare la parola "parata". La scelta si rivela corretta e le nuove campionesse tornano a casa subito col portafoglio pieno, vincendo 5.750€. Già dalla prossima puntata avranno l'opportunità di confermarsi campionesse ed incrementare il loro bottino.

Le Chicche d'Uva impegnate nell'Ultima Catena

Il video della vittoria:

 

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali