Attualità
Firenze

Giornata Mondiale delle Vittime della strada, oggi il convegno a Palazzo Vecchio

Presenti il presidente del consiglio comunale Milani e gli assessori Funaro e Giorgetti.

Giornata Mondiale delle Vittime della strada, oggi il convegno a Palazzo Vecchio
Attualità Firenze, 19 Novembre 2022 ore 08:57

Giornata Mondiale delle Vittime della strada, oggi il convegno a Palazzo Vecchio

“In strada in Consapevolezza”. È questo il titolo del convegno in programma domani in Palazzo Vecchio alla vigilia della Giornata Mondiale delle Vittime della strada. L’evento, che si svolge nel Salone dei Duecento a partire dalle 10, è promosso dal presidente del consiglio comunale Luca Milani, dall’assessore alle infrastrutture e Mobilità e Polizia Municipale Stefano Giorgetti e dall’assessora all’Educazione e Welfare Sara Funaro.

“Non si tratta di dedicare soltanto un giorno alle vittime, ma di promuovere ogni iniziativa utile a migliorare la sicurezza stradale, affinché nessuno perda vita e salute sulle strade. Lanciamo, in occasione della giornata mondiale delle vittime della strada – spiega il presidente Milani – una sfida di civiltà: elaborare nel territorio progetti di prevenzione in sinergia tra istituzioni pubbliche e privato sociale, per raggiungere l’obiettivo di zero vittime sulla strada. Per questo – continua Milani – è indispensabile rivolgersi ai ragazzi ed alle ragazze. A questo proposito ringrazio la vicepreside dell’Istituto tecnico Leonardo da Vinci per la partecipazione”.

“La prevenzione passa sicuramente dalla sensibilizzazione e dalla formazione, in particolare rivolta alle giovani generazioni – sottolinea l’assessore Giorgetti –. Ma importanti sono anche le azioni attivate per ridurre i fattori di rischio e tra questi sicuramente la velocità eccessiva e il passaggio con il semaforo rosso. In questo i dispositivi che ci mette a disposizione la tecnologia svolgono un ruolo molto prezioso.

Gli apparecchi che misurano la velocità, quelli che identificano chi non si ferma al semaforo rosso hanno l’obiettivo di prevenire. Il caso dei velocar è emblematico: in viale Etruria, per fare un esempio, il 98% dei veicoli transita rispettando i limiti di velocità a dimostrazione che è possibile per la stragrande maggioranza dei conducenti. Altro dato interessante è il dimezzamento delle sanzioni elevate da giugno a ottobre, ulteriore testimonianza che i limiti si possono rispettare”.

L’assessore invece si sofferma sui passaggi con il semaforo rosso

“Siamo molto preoccupati: nei primi sei mesi del 2022 sono stati oltre 11.500 le infrazioni rilevate per la maggior parte dai dispositivi collocati in corrispondenza di nove incroci semaforizzati. Ma a Firenze i semafori sono circa 450 e quindi si tratta di un dato sicuramente sottostimato”. “Il rispetto delle regole è fondamentale – ribadisce l’assessore Giorgetti – sia che si tratti di velocità, di semafori, di segnaletica, di corsie preferenziali o di ZTL”. E a proposito delle violazioni rilevate dalle porte telematiche, l’assessore sottolinea che i dati sono in linea con quelli degli scorsi anni nonostante le restrizioni causate dalla pandemia.

“Parlare di educazione e sicurezza stradale nelle nostre scuole è estremamente importante - aggiunge l’assessore Funaro -. Noi lo facciamo attraverso i progetti delle Chiavi della città, grazie ai quali i nostri studenti si divertono e apprendono nozioni utili per frequentare la strada in sicurezza nel rispetto delle regole del codice della strada; nozioni delle quali poi si fanno portatori verso le famiglie e gli amici, contribuendo così a diffondere la cultura della sicurezza in strada, l'educazione a una cittadinanza consapevole e forme di convivenza responsabili e costruttive”.

“Come amministrazione - ha continuato Funaro - siamo impegnati con l’associazione Borgogni nel progetto incentrato sul supporto psicologico per i familiari delle vittime dei sinistri stradali e per gli operatori di Polizia Municipale. Il sostegno dei medici professionisti in situazioni così drammatiche è di grande aiuto e crediamo nell’importanza di questo progetto su cui vogliamo continuare a investire”.

Seguici sui nostri canali