NOVITÀ FUTURE

Carrara capoluogo di provincia equiparata a Massa: ecco cosa potrebbe cambiare

"Molto felice di questo riconoscimento", ha ammesso la sindaca Serena Arrighi. In futuro potranno esserci novità a livello di finanziamenti

Carrara capoluogo di provincia equiparata a Massa: ecco cosa potrebbe cambiare
Pubblicato:
Aggiornato:

Carrara è diventata capoluogo di provincia. Il territorio di Massa Carrara adesso ha dunque a tutti gli effetti due città capoluogo di provincia, con la città del marmo equiparata a Massa. A stabilirlo è il decreto legge numero 7 all'articolo 3, approvato il 25 gennaio 2024 dal consiglio dei ministri.

Nel documento infatti si dice come «nelle province la cui denominazione sia composta dal nome di più comuni, il capoluogo è individuato in ciascuno dei comuni stessi e lo statuto della provincia stessa stabilisce quale delle città capoluogo sia sede legale».

La felicità della sindaca Serena Arrighi

"Carrara è, adesso anche formalmente, capoluogo di provincia. Lo stabilisce all’articolo 3 il decreto legge numero 7 approvato il 25 gennaio scorso dal consiglio dei ministri. Personalmente sono molto felice di questo riconoscimento che va a certificare in maniera ufficiale quella che è la realtà del nostro territorio e il ruolo centrale che per esso Carrara ha, ha sempre avuto e sempre avrà", ha scritto la prima cittadina di Carrara sul proprio profilo Facebook.

Ma cosa cambierà con il nuovo decreto?

Per il momento in realtà, non dovrebbero esserci effetti formali e cambiamenti a livello strutturale. La sede legale della Provincia resta infatti a Massa come afferma lo statuto.

"Al momento - ha aggiunto la sindaca Serena Arrighi al riguardo - stiamo valutando quali cambiamenti pratici comporterà questa investitura ufficiale. Sicuramente ci permetterà non solo di aver un ancor maggior peso specifico a molti tavoli di confronto, ma di accedere anche a un maggior numero di bandi e di maggiore importanza".

Si attendono adesso chiarimenti al riguardo dal Governo Meloni, il quale dovrebbe legiferare al riguardo. Nel decreto intanto si afferma come: "L’applicazione del comma 3 non comporta l’istituzione di nuovi uffici provinciali delle amministrazioni dello Stato e degli altri enti pubblici". Potranno esserci invece novità nella composizione dell’amministrazione e a livello di accesso ai finanziamenti, come difatti sottolineato dalla stessa sindaca Arrighi.

L'occasione, in sostanza, sarà quella di far crescere ancora maggiormente il territorio potendo sfruttare al meglio bandi e finanziamenti nazionali ed europei. Dello stesso avviso è anche Francesco Persiani, sindaco di Massa: "È un’occasione per far risaltare il ruolo di Carrara nel fare squadra insieme a tutto il territorio", ha dichiarato.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali