Sanità

Sanità, Ordine Medici: “Grazie a chi ha fatto parte delle Usca, fondamentale il loro lavoro durante la pandemia”

Le Usca hanno lasciato spazio alle Uca. Il presidente Dattolo ringrazia i medici che si sono spesi nell’assistenza domiciliare ai malati Covid.

Sanità, Ordine Medici: “Grazie a chi ha fatto parte delle Usca, fondamentale il loro lavoro durante la pandemia”
Sanità 14 Luglio 2022 ore 11:20

“Il lavoro delle Usca è stato fondamentale durante la pandemia, il nostro ringraziamento deve andare a quei medici che hanno portato l’assistenza domiciliare ai malati Covid. Un lavoro massacrante ma puntuale e svolto al massimo della professionalità. Fra queste unità c’erano anche pensionati che non hanno esitato a mettersi a disposizione in un periodo drammatico per il Paese”.
A dirlo è Piero Dattolo, presidente dell’Ordine dei Medici di Firenze.
“Sono nate in tutta fretta nel pieno della pandemia durante la prima drammatica ondata del Covid – ricorda Dattolo – con un decreto del marzo 2020. Ora le unità si apprestano a entrare in pianta stabile nel Servizio sanitario nazionale. Le Usca, adesso trasformate in Uca (unità di continuità assistenziale), sono state create per bussare a casa dei pazienti malati di Covid per effettuare tamponi e fare le prime diagnosi e cure. Hanno raggiunto pazienti Covid che potevano ricevere cure domiciliari evitando così di ingolfare pronto soccorso e reparti ospedalieri. Micro-team formati almeno da un medico e da un infermiere con il compito non solo di continuare a monitorare i pazienti Covid ma anche, nei prossimi mesi con le Uca, seguire a casa i pazienti più complessi dimessi dagli ospedali o fare programmi di prevenzione, come le vaccinazioni, nelle scuole o nelle Rsa”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter