Sanità
accoglienza

Due nuovi Hotel Covid nella Toscana Centro: uno a Firenze e uno a Montecatini Terme

Due nuovi Hotel Covid nella Toscana Centro: uno a Firenze e uno a Montecatini Terme
Sanità Firenze, 07 Gennaio 2022 ore 16:30

Due nuovi Hotel Covid nella Toscana Centro, uno da domani attivo a Montecatini, l’altro già da ieri a Firenze

In due giorni incrementate 70 camere per l’accoglienza. Convenzioni anche con i privati per i marittimi

Due nuovi Hotel Covid nella Toscana Centro

Due nuovi Hotel Covid arrivano a rinforzare la disponibilità di camere sul territorio della Asl Toscana centro. Da domani apre l’Hotel Minerva a Montecatini per un totale di 50 camere e una capacità di accoglienza fino a 75 persone. Ieri sul territorio di Firenze ha aperto l’Hotel Cimabue con 20 camere e già 8 ospiti che hanno occupato le stanze dell’albergo, portando a 194 ospiti il numero complessivo di persone presenti negli alberghi sanitari protetti di Firenze: l’Hotel B&B Novoli, l’Hotel Franchi e, in area fiorentina, l’Hotel Europa a Lastra a Signa. Al momento su Firenze le camere occupate sono 165 e si registra una disponibilità ancora di 23 camere.

 

Al momento il dato degli ospiti che da domani saranno presenti all’Hotel Minerva non è definito ma si presume che da subito l’albergo darà un sostegno importante alle strutture ospedaliere, dato il tasso di saturazione degli ospedali di questi giorni. Al momento sono 260 gli ospiti negli Hotel Covid di Montecatini: Montebello, San Marco, Terme Pellegrini, Le Fonti e per i soli pazienti negativi, l’Hotel Innocenti. Le camere occupate sono 221 e la disponibilità, senza contare ancora l’Hotel Minerva, è di 16 camere.

In totale ad oggi, quindi, gli ospiti negli Hotel Covid sul territorio della Toscana centro (11 in tutto con l'aperura di domani)) sono 454 per un totale di 386 camere occupate e una disponibilità ancora di 39 camere, al netto delle 50 che si attiveranno da domani al Minerva.

 

Gli ospiti sono persone che si rivolgono al DEA e che, pur positive, non hanno bisogno di essere ricoverate, persone le cui condizioni abitative non consentono di fare la quarantena in casa e ricoverati presso strutture di cure intermedie che possono essere dimessi perché non più bisognosi di assistenza sanitaria continua. Gli alberghi sanitari protetti consentono di dare una risposta importante per alleggerire sia le strutture di emergenza/urgenza sia quelle intermedie extraospedaliere residenziali. Soprattutto in questo momento, considerata l’evoluzione epidemiologica dell’attuale fase pandemica.

 

C’è poi un altro albergo sanitario a Montecatini, l’Hotel Alba, che ospita una particolare categoria professionale di persone risultate positive: sono i marittimi che lavorano a bordo di navi sulle coste di Livorno e di Genova. Per loro come previsto da un’ordinanza regionale, è stata fatta una convenzione con un’agenzia privata. Alla Asl, in questo caso, spetta la sola la sorveglianza sanitaria con le Usca.