attenzione

Come riparare i danni della grandine?

Meglio non affidarsi a chi non ha tra i propri plus questo servizio, esistono levabolli professionisti

Come riparare i danni della grandine?
18 Agosto 2020 ore 15:15

Come riparare i danni della grandine? Nostro malgrado, ci stiamo ormai abituando ad un clima tropicale: picchi di caldo che poi vengono interrotti da improvvise bombe d’acqua. Si tratta di temporali violenti, che spesso sfociano anche in pesanti grandinate. Oltre ai vari problemi di tipo ambientale e logistico, questo fenomeno atmosferico crea dei problemi anche alle nostre auto: il rischio è quello di trovarsi la carrozzeria della vettura fortemente danneggiata oppure con tanti graffi. Che fare allora? In primis è bene avere un’assicurazione, in secondo luogo è opportuno rivolgersi ad affermati professionisti in grado di ripararla facendola tornare come nuova.

Come riparare i danni della grandine?

Esistono delle officine specializzate in questa operazione, in grado di rimuovere i cosiddetti «bolli» della grandine senza verniciatura. L’arte dei levabolli è antica e oggi coniuga esperienza e manualità con le tecnologie del settore più all’avanguardia. In sostanza la lamiera danneggiata viene raddrizzata, consentendo fra l’altro al proprietario della vettura di risparmiare sia tempo che denaro. Naturalmente questa pratica non viene utilizzata soltanto per riparare i danni della grandine, ma è usata anche per sistemare le ammaccature senza l’uso di stucco, così come i classici danni da parcheggio. Soltanto le migliori carrozzerie riescono a ripristinare con poche mosse la lamiera: i professionisti sul mercato ci sono…

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità