Dr Pepper, 5 curiosità su questa soda americana

Coca Cola è senza ombra di dubbio una delle sode più famose in tutto il mondo, ma la Dr Pepper nel corso degli anni ha sempre più iniziato a ricevere gli apprezzamenti dei consumatori in tutto il mondo. Vediamo alcune curiosità di questo celebre marchio Made in USA.

Dr Pepper, 5 curiosità su questa soda americana
18 Giugno 2020 ore 10:21

Quando si parla di soda, negli Stati Uniti d’America la scelta è così vasta che si ha l’imbarazzo della scelta. A dispetto di quello che si crede, sono molte le aziende che producono sode dai gusti più stravaganti e che si possono scegliere per dissetarsi con gusto. La soda Dr Pepper è proprio una di queste, e chi leggerà questa guida verrà a conoscenza di 5 curiosità proprio su questa soda.
Se al termine della guida avrete voglia di assaggiarla, il negozio online di American Uncle sarà pronto a soddisfare ogni vostra voglia. Nelle pagine che compongono il suo catalogo online, sono molte le golosità che si possono trovare da abbinare a questa soda dai tanti gusti.

La storia della Dr Pepper

Dr Pepper vede la luce per la prima volta nel 1885 in Texas. Si tratta di una delle aziende di bevande soft drink più longeve nella storia degli Stati Uniti d’America, poiché è stata fondata prima di Coca Cola (1886) e Pepsi (1893).

Anche se tutt’ora l’origine del nome è alquanto controversa, agli inizi gli acquirenti di questa soda la chiamavano Wako. L’origine più accreditata è quella che vede il Dr. Charles T. Pepper – famoso medico di inizio 900 – essere l’inventore della formula che ha dato vita a questa bevanda.

L’evoluzione dell’azienda è stata costante e non priva di grandi prove d’amore verso i propri affezionati clienti. Per chi vuole approfondire alcune curiosità su questo marchio, qui di seguito sono state raccolte 5 curiosità davvero interessanti.

1: Nei Paesi Bassi viene commercializzata con un altro nome

Si tratta di una tattica di marketing utilizza da molte aziende, ma che spesso viene snobbata dalle aziende con un grosso brand. Dr Pepper nei Paesi Bassi è commercializzata con il nome di Dr. Foots. Il cambio di nome è avvenuto nel 2002, quando Woodrow Wilson “Foots” Clements – amministratore delegato e presidente del consiglio di amministrazione della società dal 1974 al 1986 – è deceduto.

Uomo d’affari carismatico e intraprendente, è stato tra i maggiori fautori del successo della Dr. Pepper in Europa e in particolare nei Paesi Bassi. Proprio questo, ha portato l’azienda a prendere la decisione alla sua morte di onorarlo con il rabrand di tutti prodotti commercializzati in quella nazione.

2: Dr. Pepper commercializza una salsa barbecue

Da sempre questa soda è una delle più indicate come accompagnamento dei barbecue a stelle e strisce. Proprio questa sua caratteristica, dovuto al suo sapore così particolare, hanno portato l’azienda a creare una salsa barbecue aromatizzata alla Dr. Pepper. La risposta dei consumatori è stata incredibile, facendola diventare in poco tempo uno dei prodotti più venduti di tutta l’azienda.

3: A Dublino esiste un “traffico illegale” di Dr. Pepper

Dopo una lunga e controversa causa legale tra la Dublin Bottling Works e la casa madre di Dr. Pepper, dal 2012 la produzione di Dr. Pepper negli stabilimenti di Dublino è cessata. Questo, ha portato a diventare sempre più raro trovare bottiglie di soda marchiate Dr. Pepper che recano la scritta “Made in Dublin” sulla confezione. Fatto, che ha portato i collezionisti di merchandising marchiato Dr. Pepper a creare un vero e proprio mercato nero di questi prodotti.

Al momento, si stima che siano poche migliaia le bottiglie di soda ancora in commercio con l’indicazione di produzione a Dublino.

4: In America è considerata un alimento

Durante la seconda guerra mondiale, quando lo zucchero era razionato e diventava sempre più un bene di prima necessità, è stata presentata una petizione al congresso degli Stati Uniti d’America per riclassificare la soda come un alimento.

Per dare maggior forza alla propria proposta, l’azienda ha realizzato un libretto dal titolo “The Liquid Bite”. Al suo interno, sono state inserite tutte le informazioni necessarie che confermavano che la spinta energetica dello zucchero presente nella soda era essenziale per lo sforzo bellico.

5: Gli ingredienti segreti della Dr. Pepper

Gli ingredienti che danno vita alla Dr. Pepper sono segreti – e rinchiusi in un caveau presso la sede della Dr. Pepper Snapple Group a Plano – e nel corso degli anni sono stati ipotizzati da tutti gli estimatori di questa bevanda analcolica.

Tra gli ingredienti “che si crede” compongano la formula della Dr. Pepper sono stati identificati: amaretto, mandorla, mora, liquirizia nera, carota, chiodi di garofano, ciliegia, caramello, cola, zenzero, ginepro, limone, melassa, noce moscata, arancia, prugna, pepe, lampone, pomodoro e vaniglia.

Come si può ben immaginare, questa cola nel corso della sua storia ha avuto sia estimatori che persone che non trovavano gustoso il suo sapore. Se anche voi siete curiosi di assaggiarla, perché non vi recate sulle pagine del sito di American Uncle e ne ordinate una o due confezioni?

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità