Signa

Pagamento della “super Imu” prorogato? Uniti per Signa chiede i motivi della mancata comunicazione ai cittadini

I dubbi e le tante domande del gruppo di opposizione

Pagamento della “super Imu” prorogato? Uniti per Signa chiede i motivi della mancata comunicazione ai cittadini
Piana Fiorentina, 14 Giugno 2020 ore 15:23

Perchè non sono state comunicate ai cittadini le novità sulla “super Imu”?

A porsi la domanda sono stati i consiglieri comunali di Uniti per Signa, Gianni Vinattieri, Matteo Mannelli e Chiara Di Bella.

“Nel Consiglio comunale dell’otto giugno scorso – hanno commentato –  sono state deliberate misure che riguardano l’IMU. Alcune deludenti. Altre misteriosamente non comunicate ai cittadini.

Uniti per Signa spiega la vicenda

“Il 23 dicembre scorso – hanno raccontanto i consiglieri di opposizione –  il Consiglio comunale ha approvato il Bilancio di Previsione 2020 insieme alle aliquote di Imu e Tasi. Ma quattro giorni dopo, il 27 dicembre, il Parlamento ha approvato la Legge di Bilancio dello Stato 2020 che ha introdotto novità sulle imposte locali: scompare la Tasi che viene inglobata nell’IMU; nasce la cosiddetta Super Imu. A Signa, quindi, molto da rivedere. Ma, nonostante l’attività amministrativa prosegua, l’Imu esce dall’agenda della Giunta.
Entro il 16 giugno i cittadini devono pagare, come acconto, il 50% della somma Imu più Tasi del 2019 (seconda rata a conguaglio il 16 dicembre). E qui si registra la prima anomalia: se si vuole deliberare la possibilità di una proroga del pagamento della prima rata perché aspettare l’otto giugno con pochissimi giorni, successivi, a disposizione per informare i cittadini?
Nel Consiglio di lunedì scorso è stata portata la possibilità, in caso di dichiarata difficoltà economica, di posticipare il pagamento della prima rata dal 16 giugno al 30 settembre. In modo confuso ed artigianale: senza modalità digitale ma con autodichiarazione su modulo cartaceo. Con criteri non ben definiti e una generale approssimazione. Che rischia di aumentare il grado di confusione dei cittadini. Per razionalizzare una procedura estemporanea e dare un sensibile aiuto ai soggetti passivi dell’imposta abbiamo proposto di prorogare per tutti il pagamento dal 16 giugno al 30 settembre: cosa che, se fossero concreti i propagandati ampi margini di bilancio del Comune di Signa, non dovrebbe procurare particolari apprensioni. Ma evidentemente gli equilibri finanziari sono più complicati rispetto a certe letture.
Quindi non una proroga a settembre per tutti ma solo per chi compilerà un modulo cartaceo entro il 10 luglio.  Ciò è stato deliberato l’otto giugno; con il rischio che senza un’adeguata comunicazione molti contribuenti paghino comunque e nonostante la difficoltà economica”.

I dubbi dell’opposizione

“E qui nasce il problema: oltre al dato dei pochissimi giorni a disposizione per una corretta informazione, l’Amministrazione comunale non ha assolutamente promosso azioni di sensibilizzazione e comunicazione. La possibilità oltre a non essere comunicata ai mezzi di informazione, addirittura, non è presente nemmeno sul sito istituzionale: perchè? L’altro elemento amministrativo emerso nella discussione consiliare è che non ci sarà nessuno sconto per la super Imu,  sono state confermate tutte le aliquote deliberate a dicembre. Che, come ben sanno i signesi, sono storicamente fra le più alte in assoluto. Al netto di una maggiorazione Tasi introdotta qualche anno fa, sono confermate le aliquote massime per abitazioni principali di particolare pregio e valore storico, per le abitazioni con locazione a canone concordato, per i fabbricati rurali ad uso strumentale, per le aree fabbricabili, per i terreni agricoli e per ogni altra tipologia ad esclusione delle abitazione concesse in comodato gratuito e gli immobili non produttivi di reddito fondiario per cui le aliquote sono confermate comunque a livello molto alto.
È il salasso che si rinnova. Ma che ora si innesta su una situazione di crisi economica e sociale. Con la beffa che molti cittadini pagheranno la Super imu fra mille difficoltà senza sapere della possibilità di una proroga confusa”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità