Politica
Sesto Fiorentino

I candidati della Lega: "sulla disabilità basta slogan, noi abbiamo idee concrete e realizzabili"

Le proposte di Piero Tozzi, Silvia Passalacqua e Roberta Lancioni, candidati nella lista della Lega in corsa alle prossime elezioni amministrative per la città di Sesto Fiorentino. 

I candidati della Lega: "sulla disabilità basta slogan, noi abbiamo idee concrete e realizzabili"
Politica Piana Fiorentina, 01 Ottobre 2021 ore 15:13

I candidati della Lega: "sulla disabilità basta slogan, noi abbiamo idee concrete e realizzabili"

"Sulla disabilità basta slogan, servono proposte concrete e realizzabili". Ne sono convinti Piero Tozzi, ex responsabile della guardia medica di Sesto Fiorentino,  Silvia Passalacqua,  infermiera e Roberta Lancioni, tecnico radiologo, tutti e tre candidati nella lista della Lega in corsa alle prossime elezioni amministrative per la città di Sesto Fiorentino.

"Dopo questo periodo di emergenza sanitaria - ha spiegato Passalacqua -  tutti i cittadini hanno compreso l'importanza della malattia mentale, la quale risulta ancora a livello locale molto trascurata. Per questo, insieme alla Lega, abbiamo elaborato alcune proposte ritenendo importante promuovere screening gratuiti, per livello di età, come mezzo di prevenzione. Altro grave problema, completamente dimenticato, è la ludopatia, una condizione ed una patologia che affligge tante famiglie di Sesto Fiorentino che spesso non trovano alcun riferimento o istituzione a cui rivolgersi. Per questo riteniamo importante che il Comune di Sesto vieti o almeno limiti fortemente per il futuro la nascita sul territorio di nuove Sale Slot e slot machine. Non appena saremo eletti in Consiglio comunale dedicheremo maggiore attenzione anche ai disabili mai menzionati quali sordomuti e non vedenti, prevendo corsi per imparare ad utilizzare la lingua dei segni".

Le proposte su questi temi, avanzate dai candidati della Lega, sono davvero moltissime.

"La città di Sesto Fiorentino deve porre una maggiore attenzione verso tutti i ragazzi con difficoltà cognitive - ha aggiunto Roberta Lancioni - per questo proponiamo la creazione di un centro di riferimento per questi ragazzi dove sia possibile fare incontri con le famiglie e seguire, passo dopo passo, la loro crescita, formativa, sociale ed educativa, per evitare quella solitudine che alimenta il senso di diversità. Andrà poi rafforzata la figura dell'amministratore di sostegno prevedendo che possa seguire questi ragazzi anche nella maturità, per consentire il loro inserimento nel mondo del lavoro ed una maggiore autonomia ed indipendenza anche a livello economico. Infine - ha proseguito - riteniamo prioritario coinvolgere le persone disabili nel processo di abbattimento delle barriere architettoniche ancora presenti  in gran numero nello spazio pubblico sestese".

Gli impegni di Piero Tozzi

"Non appena sarò eletto in Consiglio Comunale - ha precisato - lavorerò perché nessun disabile si senta mai solo. In qualità di segretario fiorentino del Meda, il movimento europeo dei diversamente abili, ed in ragione della mia lunga professione medica, ho molto a cuore queste tematiche. Anche a Sesto dovremo sviluppare le progettualità legate al "Dopo di noi" e dovrà essere aperto in Comune uno sportello di ascolto rivolto a tutti coloro che sono diversamente abili per raccogliere criticità, problematiche e suggerimenti. La burocrazia non dovrà più essere un freno al miglioramento della qualità di vita di tutti i diversamente abili.  A Sesto - ha aggiunto - riteniamo indispensabile sviluppare un punto di primo soccorso, così da decongestionare gli accessi al pronto soccorso, rafforzare e non eliminare il servizio di guardia medica e mantenere in essere la postazione medicalizzata per le ambulanze del 118".

Impegni precisi che i tre candidati della Lega hanno sviluppato insieme al candidato sindaco del centrodestra Daniele Brunori, a cui assicurano il massimo sostegno e la massima fiducia, sperando che possa prevalere nella competizione elettorale.