Firenze

Chiuso il campo rom del Poderaccio: era il più grande della Toscana

Per velocizzare le operazioni di superamento dell’insediamento, è stata costituita un’apposita cabina di regia con il compito di definire e realizzare un programma che tenesse insieme integrazione, legalità e sicurezza.

Chiuso il campo rom del Poderaccio: era il più grande della Toscana
Firenze, 12 Agosto 2020 ore 17:26

Chiuso il campo rom del Poderaccio: era il più grande della Toscana

Il Poderaccio è stato chiuso: con la demolizione di 72 casette e rendendo inagibili le ultime sette ancora rimaste è stato smantellato il campo rom nato nel 1988 come campo sosta per nomadi con container, roulotte e baracche, che ha subito varie trasformazioni nel corso degli anni. Risale infatti ai primi anni del 2000 la realizzazione delle 79 casette, suddivise in due villaggi, di cui era composto il campo.

Per velocizzare le operazioni di superamento dell’insediamento, il 26 giugno 2018, è stata costituita un’apposita cabina di regia con il compito di definire e realizzare un programma che tenesse insieme integrazione, legalità e sicurezza.

Nel 2014 nel campo rom risiedevano 470 persone, scese a 241 alla fine del maggio 2018. Nel 2019 sono fuoriusciti dal campo 21 nuclei familiari, mentre quest’anno sono usciti gli ultimi 13 che restavano.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità