Politica
Firenze

Galli (Lega): "Nonostante la nostra ferma denuncia sul degrado di Villa Monna Tessa, prosegue l’escalation di reati nell’area”

Continua l'occupazione abusiva dell'ex centro dialisi.

Galli (Lega): "Nonostante la nostra ferma denuncia sul degrado di Villa Monna Tessa, prosegue l’escalation di reati nell’area”
Politica Firenze, 04 Aprile 2022 ore 11:24

Galli (Lega): "Nonostante la nostra ferma denuncia sul degrado di Villa Monna Tessa, prosegue l’escalation di reati nell’area”

Non si placa la polemica che ruota attorno a Villa Monna Tessa a Firenze, l’ex Centro dialisi fino al 2016, oggi occupata abusivamente da sbandati.

Dopo il sopralluogo effettuato dalla Lega la situazione non è cambiata, anzi è peggiorata. Non usa mezzi termini il Consigliere regionale della Lega Giovanni Galli, che era stato il promotore dell’iniziativa in loco.

“Nonostante le nostre sollecitazioni per individuare una destinazione d’uso per la struttura di Villa Monna Tessa, con conseguente sgombero degli occupanti abusivi, dalla Giunta Regionale non si è mossa una foglia. Le recenti denunce dei dipendenti dell’Azienda ospedaliera sono, dunque, conseguenze inevitabili, quando si sceglie di lasciare in totale illegalità un’area come quella di Careggi”.

Una nuova interrogazione in Regione

“In questo periodo difficile di pandemia - continua Galli – abbiamo giustamente elogiato a più riprese il ruolo svolto dal mondo sanitario, sarebbe assurdo quindi volgere la testa dall’altra parte quando il personale, come gli infermieri, denunciano di sentirsi insicuri, perché quando smontano dal servizio, si ritrovano la propria auto danneggiata da ignoti. La Regione deve spiegare come mai, nonostante le guardie giurate ed i sistemi di video sorveglianza, da mesi continuano questi continui atti vandalici.” “Presenteremo, dunque, una interrogazione ad hoc - conclude il rappresentante della Lega - per sapere come la Regione intenda adeguatamente tutelare l’Azienda ed i suoi dipendenti”.

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter