Il grande evento

Conclusa (con grandi applausi) la prima parte de Le Signe Art Festival

Il Festival riprenderà da giovedì 27 agosto con grandi spettacoli

Conclusa (con grandi applausi) la prima parte de Le Signe Art Festival
Piana Fiorentina, 08 Agosto 2020 ore 10:16

Si è conclusa giovedì 6 agosto la prima parte de “Le Signe Art Festival”

“Per secoli il grande fiume Arno ha diviso le nostre comunità – ha detto il direttore artistico Alessandro Calonaci – ma grazie all’impegno e all’unione che i nostri sindaci hanno mantenuto in questo periodo di emergenza, l’Arno unirà le nostre comunità partendo dalla cultura rivolta ai suoi cittadini attraverso un festival di arti. L’arte e la cultura saranno i collettori che ci uniranno. Sono stati e saranno coinvolti artisti ed eccellenze riconosciute del nostro territorio anche in campo internazionale. Per la prima volta la comunità (artisti) attraverso la comunità (le istituzioni comunali guidate da due sindaci illuminati che per la prima volta collaborano attivamente) coinvolgeranno la comunità (i cittadini).”

La realizzazione del Festival si deve, oltre al sindaco di Lastra a Signa Angela Bagni e al sindaco di Signa Giampiero Fossi, alla sezione soci Coop Le Signe, al Consiag, alla Pro Loco di Signa e alla Pro Lastra – Enrico Caruso.

Ora uno stop, al via la seconda parte del Festival dal 27 agosto 

La seconda parte del Festival si aprirà giovedì 27 agosto alle 21 con un percorso poetico notturno sulle colline di Signa guidato dal sindaco di Signa prof. Giampiero Fossi, con la partecipazione di Cristina Poli e Dania Nassini della Compagnia Mald’Estro.

Lunedì 31 agosto alle 21 presso il Concone di Signa l’attore Filippo Frittelli porterà in scena “Con John Milton nelle spire dell’inferno” accompagnato all’arpa dall’artista Annamaria De Vito.

Il Festival proseguirà con la sfilata “Un fiume di Paglia – La grande bellezza della moda nei cappelli del Consorzio della Paglia” curata da Elena Frandi, mercoledì 2 settembre alle 21 presso piazza della Repubblica a Signa.

Domenica 6 settembre alle ore 21 presso il palazzo comunale di Signa “Dannunziana: da Alcyone a Fiume sulle orme di D’Annunzio” di e con Alessandro Calonaci insieme alla sua Compagnia Mald’Estro, vedrà la partecipazione del soprano Barbara Marcacci e al pianoforte del maestro Cristiano Manzoni.

Il giorno successivo, lunedì 7 settembre alle ore 21, “Notturno musicale” concerto per pianoforte e flauto con i maestri Gabriella Dolfi e Luciano Tristaino, presso la Casa Madre delle Suore Passioniste di Signa.

Giovedì 10 settembre alle ore 21 presso Corea a Lastra a Signa: “Ritorno agli anni sessanta e alla stagione dell’amore – Beatles Drama” di Eugenio Nocciolini, con la performance artistica e stilistica a cura di ITS Mita Academy.

La conclusione sarà venerdì 11 settembre 

La conclusione del Festival sarà venerdì 11 settembre alle ore 21 con “Edipo re ciò che deve accadere accade” dal testo di Sofocle, regia di Filippo Frittelli con la Compagnia Underwear Theatre, presso il giardino dell’Antico Spedale di Sant’Antonio a Lastra a Signa.

Il programma del Festival è online sui siti dei due comuni, sulle pagine Facebook e Instagram del Festival.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità