Economia

Trecento imprese e 1.550 addetti nel settore maglieria tra Prato e Pistoia

Lunedì 20 maggio alle 15 al Pin la presentazione di un corso, che per la parte di laboratorio coinvolge l'impresa Moma Concept, per favorire l'ingresso nel settore di nuove figure.

Trecento imprese e 1.550 addetti nel settore maglieria tra Prato e Pistoia
Economia Prato, 18 Maggio 2019 ore 15:06

Nel territorio di Prato e Pistoia la maglieria è un settore più rilevante di quanto comunemente si percepisca: oltre 300 imprese, di cui 85 società di capitali; 1.550 addetti (il 6% del totale nazionale); 305 milioni di export nel 2018, con il quinquennio 2013-2018 che ha visto una crescita media annua del 9%. Il forte aumento del valore dell'export ha fatto del territorio Prato-Pistoia il 3° esportatore italiano del settore dopo Mantova (soprattutto calzetteria) e Milano.

Il corso

La maglieria condivide però con altri comparti della moda il problema del reclutamento del personale. Per favorire l'ingresso nel settore di nuove figure è stato organizzato dal Pin-Polo universitario città di Prato il corso per addetto alla realizzazione e finitura di capi di maglieria e al controllo qualità sul prodotto finito; le iscrizioni sono aperte fino al 29 maggio. Il corso, che sarà circoscritto a 10 persone prive di occupazione, è del tutto gratuito, in quanto finanziato con le risorse del POR FSE Toscana 2014 – 2020. Lunedì 20 maggio alle 15 al Pin la presentazione del corso, che per la parte di laboratorio coinvolge l'impresa Moma Concept.

Un settore da riscoprire

"Quello della maglieria è un settore che merita di essere scoperto, o per meglio dire riscoperto in una nuova chiave – commenta Massimo Bruni (nella foto in alto) di Moma Concept, che è anche coordinatore del gruppo Confezioni e maglifici della sezione Sistema moda di Confindustria Toscana Nord - Le imprese di maglieria strutturate che operano sul nostro territorio hanno una produzione di buon livello e si muovono da protagoniste nel mondo della moda. Lavorare nella maglieria significa questo: far parte del grande e variegato mondo della moda. Sono convinto, così come i miei colleghi, che a un giovane desideroso di lavorare in questo settore le nostre imprese possano offrire opportunità, stimoli e spazi di crescita. Cogliere l'occasione di questo corso è una mossa intelligente: significa apprendere i rudimenti della professione e venire in contatto con le imprese del settore".

Il corso, della durata complessiva di 900 ore, si svolgerà fra giugno 2019 e marzo 2020.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter