Personale ATA ridotto all’istituto Pertini, 14 persone invece che 17

Morganti e Bongiorno: “Fiduciosi in una soluzione, ma non accettiamo penalizzazioni”.

Personale ATA ridotto all’istituto Pertini, 14 persone invece che 17
Prato, 26 Settembre 2019 ore 16:31

Assegnate al comprensivo di Vernio (che serve i comuni di Vernio e Cantagallo)  tre persone in meno rispetto all’organico.

Personale ATA ridotto

Personale ATA ridotto rispetto all’organico a Vernio. Al comprensivo Pertini infatti risulterebbero in organico 17 persone, mentre l’assegnazione del Provveditorato quest’anno si è fermata a 14.

“Siamo fiduciosi che il dirigente, che si sta già muovendo in questa direzione, e il Provveditorato riusciranno a risolvere la situazione, ma al tempo stesso non vogliamo che la scuola sia penalizzata – sottolineano con decisione i sindaci di Vernio Giovanni Morganti e di Cantagallo Guglielmo Bongiorno – Abbiamo gli stessi diritti delle altre scuole. Anzi, la nostra collocazione in montagna, lontana dal centro e diffusa sul territorio suggerirebbe una maggiore attenzione”.

Problemi per le sedi dislocate sul territorio ampio

La riduzione del personale ATA comporterebbe infatti problemi proprio per le diverse sedi dislocate sul territorio dell’istituto comprensivo, che richiedono maggiore flessibilità e presenza del personale. Nei giorni scorsi il Provveditorato è già stato sollecitato dalle amministrazioni a cercare una soluzione.

Istituto Pertini, i numeri

L’istituto comprensivo Sandro Pertini ha una popolazione di circa 500 tra bambini e ragazzi (497 per l’esattezza). Centoventi frequentano la scuola dell’infanzia: (58 a San Quirico, 33 a Sant’Ippolito, 19 a Montepiano, 10 a Luicciana); 237 la primaria (207 all’ Armellini di Vernio, 30 a Montepiano, dove c’è l’esperienza della pluriclasse); 140 la media di Vernio.

GUARDA IL VIDEO: TERESA ED ELENA, SUCCESSO SCOLASTICO PREMIATO

EGGI ANCHE: DENTE NEL PIATTO A MENSA, LE ANALISI DI ASL

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: SALVINI A SAN GIMIGNANO, CENNI “PERCHE’ NON HA FATTO NIENTE QUANDO GOVERNAVA”

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei