TESSILE E MODA GREEN E CIRCOLARE

Il Museo del tessuto avvia le fasi operative del progetto Europeo Stand Up!

Aperta la call che fa emergere e supporta idee e progetti di moda eco sostenibili e circolari. Priorità alle donne e ai giovani under 35.

Il Museo del tessuto avvia le fasi operative del progetto Europeo Stand Up!
Economia Prato, 08 Marzo 2021 ore 10:58

Il Museo del tessuto avvia le fasi operative del progetto Europeo Stand Up!

 

Il Museo del Tessuto di Prato invita giovani innovatori, studenti, designer, imprenditori (aspiranti oppure in erba), startupper o nuovi spin off aziendali nei settori del tessile e della moda a presentare la propria idea di business, progetto o prototipo eco innovativo, sostenibile e/o circolare, da trasformare in un modello di green business consolidato, pronto per accedere al mercato.

Questo il cuore del programma multilivello di supporto aziendale, creato nell’ambito delle attività del Progetto Europeo “STAND Up!”, finanziato dall'Unione Europea nell'ambito del Programma ENI CBC Med, che prende il via con l’apertura della call per partecipare al “Capacity Building Program - Bando per il sostegno ad idee, prototipi e progetti di business circolari/eco-innovativi”, nell’ambito di una più ampia iniziativa che, nei mesi successivi, prevederà il lancio di altre call offrendo specifici benefici e servizi.

 

Priorità di accesso ai progetti presentati dalle donne

La call assicura priorità di accesso ai progetti presentati da donne (senza limiti di età) e giovani under 35; è indirizzata alla Toscana ma anche alle altre regioni coinvolte nel Programma ENI-CBC Med (Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Liguria, Puglia, Sardegna, Sicilia) ed offre un programma di training avanzato della durata di circa 8 settimane (primavera 2021) implementato attraverso una metodologia innovativa – la Green Business Methodology – recentemente sviluppata nell’ambito di progetti delle Nazioni Unite finanziati dall’Unione Europea, oltre ad una serie di interessanti benefits, tra i quali:

un contributo di 500 euro per i 4 migliori classificati nella selezione dei 40 partecipanti, finalizzato allo sviluppo del business project.
la partecipazione ad un elevator pitch dedicato, pensato a fine percorso con l’intervento di professionisti rinomati dal settore della moda e della comunicazione.
visibilità internazionale, grazie all’ingresso nella comunità di 200 giovani eco-innovatori dell’area mediterranea selezionati dal progetto STAND Up!

L'accesso

L’accesso a un sistema di voucher per l’internazionalizzazione di circa 2000 euro ciascuno
la possibilità di accedere alle successive attività previste dal progetto tra le quali: un percorso di vera incubazione di impresa, voucher per specifici expertise e sistemi di accesso ad investimenti e finanziamenti.
attività di networking internazionale grazie alla partecipazione ad eventi in presenza e online.
la possibilità di consultare l’esclusiva sezione tessuti sostenibili della Textile Library del Museo del Tessuto.
una mostra/presentazione dei migliori progetti selezionati (la modalità di presentazione sarà valutata in base alla situazione pandemica in corso e alle relative restrizioni).
Il bando per candidarsi a partecipare al programma è aperto fino al prossimo 26 marzo.

 

Informazioni sul programma e form per la candidatura disponibili al link: https://www.museodeltessuto.it/standup-call1-capacity-building-program

“Dopo il recente lancio del progetto Textile Library, con un’ampia sezione di tessuti ecosostenibili archiviati e messi a disposizione dal Museo per il mondo della formazione ed i professionisti e le aziende del settore, sono orgoglioso che il Museo del Tessuto torni ad impegnarsi attivamente sul tema dell’economia circolare e la sostenibilità della filiera tessile e moda, con un concreto programma di interventi che fanno emergere e supportano le idee innovative del settore” – dichiara il Presidente della Fondazione Museo del Tessuto, Francesco Nicola Marini.

Interamente gratuito e finalizzato al passaggio dalla fase progettuale a un modello di impresa sostenibile e validato, il programma prenderà il via in contemporanea nei cinque paesi del Mediterraneo partner del progetto STAND Up! (Italia, Egitto, Libano, Spagna, Tunisia) ed è pensato per coinvolgere circa 200 giovani eco-innovatori e stratuppers, di cui 40 con sede nell’area geografica italiana indicata.

Attraverso sessioni online e in presenza condotte da professionisti ed esperti (nei limiti e le modalità consentite dallo stato di diffusione della pandemia), saranno organizzati incontri con aziende innovative e presentazioni di rilevanti business cases, sessioni di lavoro individuale assistito attraverso l’utilizzo di piattaforme dedicate e momenti di confronto e scambio tra i partecipanti, sia a livello locale che internazionale.

Gli argomenti del programma

In particolare, saranno argomenti del programma di training tra gli altri: l’analisi approfondita del contesto e dei mercati di riferimento a livello europeo; la progettazione e lo sviluppo di prodotti green e circolari, la la creazione di valore aggiunto ecosostenibile e responsabile; lo studio di buone pratiche internazionali; la creazione di un green business model canvas, il circular e l’eco design, i sistemi e le filiere di produzione e consumo circolari, il business planning e gli strumenti e metodi di valutazione, la certificazione internazionale, il sistema degli standard e la legislazione relativa, la blockchain e lo studio del sistema dei Big Data, il marketing e la commercializzazione, il packaging e la distribuzione ecosostenibili.

 

Il progetto “STAND Up! Azione sul Tessile Sostenibile per lo Sviluppo e il Networking di imprese di economia circolare nel Mediterraneo”, ha preso il via nel luglio 2020 per soddisfare la necessità di una transizione verso un modello circolare ecologicamente e socialmente responsabile nel settore tessile, un'industria chiave tradizionale nel Mediterraneo. Mira a promuovere iniziative di economia circolare replicabili e inclusive nella regione, sviluppando un ecosistema di supporto alle imprese, innovazione e trasferimento tecnologico che porterà alla creazione di posti di lavoro sostenibili per i giovani e le donne.