Economia

Il Consorzio Vino Chianti torna in Cina per la massima promozione

Il Consorzio Vino Chianti, nonostante il periodo complicato a livello mondiale, torna a promuoversi in due appuntamenti fondamentali sul mercato cinese.

Il Consorzio Vino Chianti torna in Cina per la massima promozione
Firenze, 06 Novembre 2020 ore 11:57

Un doppio grande evento per tornare sul mercato cinese: il Consorzio Vino Chianti parteciperà a Interwine Canton 2020 (9-11 novembre – Canton) e al QWine 2020 (14-16 Novembre – Qingtian). A Canton il Consorzio sarà presente con 10 aziende, e un bancone istituzionale dedicato alla denominazione con 24 etichette di 14 aziende, proponendo una degustazione orizzontale dell’annata 2016 di Chianti Riserva. A Qingtian invece, dopo la grande accoglienza del 2019, il Consorzio torna sempre con 10 aziende, per un totale di 74 etichette, e una degustazione verticale dedicata al Vin Santo del Chianti Doc con un collegamento virtuale dall’Italia.

Il ritorno in Cina di Consorzio Vino Chianti

“Il ritorno in Cina è fondamentale – afferma Giovanni Busi, presidente del Consorzio Vino Chianti – significa che le aziende ripartono con le attività di marketing; in maniera un po’ zoppa, perché non c’è la presenza diretta dell’azienda dall’Italia, ma è comunque un’opportunità per affrontare nuovamente il mercato cinese, far assaggiare i prodotti, intrattenere rapporti commerciali, malgrado l’amarezza che rimane nel non poter condividere questo momento fisicamente con i compratori”.

Oggi la Cina rappresenta circa il 5% del mercato del Vino Chianti.

“ma la sua rilevanza – spiega Busi – non è legata tanto ai numeri attuali, quanto alla crescita importante che il Chianti sta avendo da qualche anno su quel mercato e, viste le dimensioni che quel mercato ha, è chiaro che si intravede una possibilità di sviluppo commerciale veramente importante. Non ci sentiamo di escludere che da qui a qualche anno la Cina possa diventare il mercato più importante per il Chianti”.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità